Laura Pariani “Il gioco di Santa Oca” finalista Premio Campiello Per la giornata delle donne Martedì 18 febbraio 2020 ore 19,00 Libreria il Ghigno Molfetta

L'immagine può contenere: 1 persona, testo e primo piano

Laura Pariani Il gioco di Santa Oca finalista Premio Campiello

Aspettando l’8 marzo, “Mille volti dell’essere Donna” Martedì 18 febbraio 2020 ore 19,00 Libreria il Ghigno Molfetta 
Laura Pariani                                                                                    Scrittrice presenta “Il gioco di Santa Oca”
Edizioni La nave di Teseo
Finalista Premio Campiello selezionato dalla Giuria dei Letterati 57ª edizione del Campiello Letteratura  Interazione letteraria Prof Sabino  La Fasciano Dirigente scolastico Itcg G Salvemini                                                           Un romanzo di ribellione e libertà, la storia di un sogno di giustizia e di una donna coraggiosa che sfida le convenzioni del suo tempo.  
Ingresso Libero
Prenota il tuo libro                                                                            Il posto giusto per App 18 & Carta docenti  
“Le cose importanti succedono così, per il balzo lieve di un inavertito accadere.”                                                                        👉 Il Ghigno Libreria Molfetta 📚📖

 

 

 

Laura Pariani (1951) si è dedicata dagli anni settanta alla pittura e al fumetto; dagli anni novanta soprattutto alla narrativa. Tra i suoi ultimi romanzi: Questo viaggio chiamavamo amore (2015), Che Guevara aveva un gallo (insieme a Nicola Fantini, 2016), “Domani è un altro giorno” disse Rossella O’Hara (2017), Di ferro e d’acciaio (2018). Per la sua opera ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui Premio Grinzane Cavour, Premio Selezione Campiello, Premio Piero Chiara, Premio Elsa Morante, Premio Mondello. Ha all’attivo una ventina di opere teatrali rappresentate in Italia e all’estero. Ha partecipato alla sceneggiatura del lm di Gianni Amelio Così ridevano (Leone d’oro 1998).

 

 

 

👉 📚📖Il Ghigno Libreria Molfetta📚❤️📖

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
080-3971365, 348-6053554
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
Libri storie eventi scritture laboratori convivialità letteraria consulenza editoriale scouting
Oltre 1000 eventi realizzati in 13 anni di incontri con i più importanti nomi letterari italiani.

Pariani-mobile

Elena Ferrante L’amica geniale Mercoledì 19 febbraio 2020 ore 19,00   Il Ghigno Libreria Molfetta 

56691404_455827648291451_4821622512322347008_n

Elena Ferrante L’amica geniale Libreria il Ghigno Molfetta

Aspettando l’8 marzo, “Mille volti dell’essere Donna”              L’AMICA GENIALE                                                                            Mercoledì 19 febbraio 2020 ore 19,00                                              LEA DURANTE                                                                                      Docente dell’università degli studi di Bari Aldo Moro              Racconta il caso letterario dell’ultimo decennio                    Elena Ferrante, la celebre scrittrice italiana più amata al mondo, autrice della famosa serie di libri  “L’amica geniale”  Edizioni E/O                                                                          La prof spiega le parole geniali di Elena Ferrante      Ingresso libero
Acquista il tuo libro
Convenzionati con la carta del docente e il bonus 18 app
«Tutti dovrebbero leggere qualunque cosa porti la firma di Elena Ferrante»
Eugenia Williamson – The Boston Globe                                   👉 Il Ghigno Libreria Molfetta 📚📖

 

 

«I personaggi femminili di Elena Ferrante sono vere e proprie opere d’arte… il suo romanzo è chiaramente figlio del Neorealismo italiano e di un amore duraturo per la messa in scena.»
El País

86465357_1865513693578961_2526240879505571840_n

 

Arrivano al cinema in anteprima esclusiva come evento speciale solo il 27, 28 e 29 gennaio i primi due episodi della nuova stagione de L’AMICA GENIALE. Storia del nuovo cognome, la serie di Saverio Costanzo, tratta dal best seller di Elena Ferrante, edito da Edizioni E/O. La serie sarà trasmessa dal 10 febbraio su Rai1. Un appuntamento unico per far vivere ai fan in anteprima sul grande schermo e condividere con tutti gli altri appassionati i nuovi episodi della saga che ha conquistato oltre dieci milioni di lettori in tutto il mondo.

 

 

 
Elena Ferrante
è autrice dell’Amore molesto, da cui Mario Martone ha tratto il film omonimo. Dal romanzo successivo, I giorni dell’abbandono, è stata realizzata la pellicola di Roberto Faenza. Nel volume La frantumaglia racconta la sua esperienza di scrittrice. Nel 2006 le Edizioni E/O hanno pubblicato il romanzo La figlia oscura, nel 2007 il racconto per bambini La spiaggia di notte illustrato da Mara Cerri e nel 2011 il primo capitolo dell’Amica geniale, seguito nel 2012 dal secondo, Storia del nuovo cognome, nel 2013 dal terzo, Storia di chi fugge e di chi resta e nel 2014 dal quarto e ultimo, Storia della bambina perduta, finalista al Man Booker International Prize 2016. Nel 2019 le Edizioni E/O hanno pubblicato L’invenzione occasionale, che raccoglie i testi pubblicati originariamente in inglese sul Guardian nella traduzione di Ann Goldstein nel corso del 2018. Nell’autunno del 2018 è andata in onda, in Italia su Rai 1 e TIMVISION e negli Stati Uniti su HBO, la prima stagione della serie tratta dal romanzo L’amica geniale, con la regia di Saverio Costanzo.

86718297_10218532026624918_6114068610815098880_o

 

 

 

 

 

 

 

 

👉 📚📖Il Ghigno Libreria Molfetta📚❤️📖

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
080-3971365, 348-6053554
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
Libri storie eventi scritture laboratori convivialità letteraria consulenza editoriale scouting
Oltre 1000 eventi realizzati in 13 anni di incontri con i più importanti nomi letterari italiani.

‘L’amica geniale’, arriva la seconda stagione ‘Storia del nuovo cognome’ Il Ghigno Libreria Molfetta

Risultato immagini per storia del nuovo cognome edizooni eo

‘L’amica geniale’, arriva la seconda stagione ‘Storia del nuovo cognome’

Il Ghigno Libreria Molfetta

 

Lila (Gaia Girace) e Lenù (Margherita Mazzucco) si dividono, una si sposa, l’altra continua a studiare, ma le due amiche si ritrovano in ‘Storia del nuovo cognome’, la seconda stagione della serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante e diretta da Saverio Costanzo. I primi due episodi saranno in sala per tre giorni, dal 27 al 29 gennaio distribuiti da Nexo Digital. La serie di otto episodi, prodotta da The Apartment e Wildside, parte di Fremantle, e da Fandango in collaborazione con Rai Fiction e con Hbo Entertainment e in co-produzione con Umedia, sarà poi trasmessa dal 10 febbraio su Rai 1.
trailer

‘L’amica geniale’, arriva la seconda stagione ‘Storia del nuovo cognome’

elena f.jpg

Il nuovo romanzo di Elena Ferrante, la celebre scrittrice italiana più amata al mondo, autrice della famosa serie di libri”L’amica geniale” sarà in libreria il 7 novembre 2019 “La vita bugiarda degli adulti”                                                  Prenota la tua copia dalla tua libreria del cuore     ❤️ 📚       

👉 Il Ghigno Libreria Molfetta 📚 📖 ❤️ 📚 📚 📖 📚 📖 ❤️ 📚 📚 📖 📚 

Il Ghigno Libreria Molfetta 

 

“La vita bugiarda degli adulti” è il titolo del nuovo romanzo di Elena Ferrante, in libreria dal 7 novembre! ❤️ 📚
Edizioni E/O

Elena Ferrante sta per tornare in libreria! Non aspettare, vieni a preordinare la tua copia qui da noi! 📚📚📚

Novità 🎉

Elena Ferrante
La vita bugiarda degli adulti

L’autrice

Elena Ferrante
Elena Ferrante è autrice dell’Amore molesto, da cui Mario Martone ha tratto il film omonimo. Dal romanzo successivo, I giorni dell’abbandono, è stata realizzata la pellicola di Roberto Faenza. Nel volume La frantumaglia racconta la sua esperienza di scrittrice. Nel 2006 le Edizioni E/O hanno pubblicato il romanzo La figlia oscura, nel 2007 il racconto per bambini La spiaggia di notte illustrato da Mara Cerri e nel 2011 il primo capitolo dell’Amica geniale, seguito nel 2012 dal secondo, Storia del nuovo cognome, nel 2013 dal terzo, Storia di chi fugge e di chi resta, e nel 2014 dal quarto e ultimo, Storia della bambina perduta.
Nell’autunno del 2018 è andata in onda, in Italia su Rai 1 e TIMVISION e negli Stati Uniti su HBO, la prima stagione della serie tratta dal romanzo L’amica geniale, con la regia di Saverio Costanzo.

 

 

 

👉 Il Ghigno Libreria Molfetta 📚 📖

Il Ghigno Libreria Molfetta

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
080-3971365, 348-6053554 Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
– Attivazione Servizio gratuito di consegna in giornata per libri disponibili a casa vostra per info contattateci
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
https\://ilghignolibreria.wordpress.com/

Il Ghigno Libreria Molfetta

Libreria Storica, d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità

Consigliata da 0 a 99 anni
Libreria aderente a Nati per leggere
Libreria Friendly   “Leggere è viaggiare … Una finestra sul mondo”
Consigli dei librai
Incontri letterari
Firma copie con gli scrittori

Libri storie eventi scritture laboratori convivialità letteraria consulenza editoriale scouting
Oltre 1000 eventi realizzati in 13 anni di incontri con i più importanti nomi letterari italiani. 
Storie Italiane, il primo festival di letteratura a Molfetta
“Storie Italiane”
Il primo festival di letteratura a Molfetta ideato e promosso dalla Libreria storica e indipendente Il Ghigno un mare di storie Molfetta
Sempre in direzione ostinata e contraria
#101 modi per sostenere Storie Italiane il primo festival di letteratura a Molfetta
https://www.instagram.com/storieitalianemolfetta/

 

elenaferrante-maxw-654 (1)

La Rai è orgogliosa di presentare in anteprima Mondiale a Venezia75 i primi due episodi de “L’amica geniale”, l’attesissima serie evento tratta dal best seller di Elena Ferrante

👉 Il Ghigno Libreria Molfetta 📚📖

 

 

New York Times, Elena Ferrante tra i dieci libri dell’anno 

“Storia di una bambina perduta” è tra i dieci libri dell’anno. Parola di New York Times. Il quotidiano americano ha stilato la lista dei 100 migliori libri di questo 2015, inserendo nella sua top ten il quarto capitolo della saga firmata da Elena Ferrante. La scelta del New York Times non stupisce i più attenti, considerato il grande apprezzamento con cui è stato accolto oltreoceano il lavoro della scrittrice napoletana. Autrici di romanzi come Jumpha Lahiri e Zadie Smith ne tessono le lodi, mentre l’Economist paragona l’amore per l’anonimato della Ferrante a quello delle Sorelle Bronte. Di seguito le opere che, insieme a “Storia di una bambina perduta”, hanno conquistato un posto d’onore nella classifica firmata dal New York Times

http://www.repubblica.it/cultura/2015/12/04/foto/new_york_times_classifica_libri_migliori_2015_elena_ferrante-128792557/1/#1

https://ilghignolibreria.wordpress.com/2015/12/29/new-york-times-elena-ferrante-tra-i-dieci-libri-dellanno/

 

 

 

La Rai è orgogliosa di presentare in anteprima Mondiale a Venezia75 i primi due episodi de “L’amica geniale”, l’attesissima serie evento tratta dal best seller di Elena Ferrante

L’amica geniale: le prime immagini della serie tv

Margherita Mazzucco e Gaia Girace sono le protagoniste adolescenti della fiction tratta dal libro di Elena Ferrante. Le riprese sono in corso a Caserta

L'amica geniale Gaia Girace (Lila) e Margherita Mazzucco (Elena)

Francesco Canino

– 

Centocinquanta attori e cinquemila comparse. Dopo un casting durato otto mesi – durante i quali sono stati provinati quasi 9000 bambini e 500 adulti da tutta la Campania – continuano a Caserta e a Napoli le riprese de L’amica geniale,la serie in otto episodi diretta da Saverio Costanzo, tratta dal primo libro della quadrilogia di Elena Ferrante. Ecco tutte le curiosità sulla fiction evento.

L’amica geniale, le prime immagini della serie tv

Si preannuncia la serie tv cult delle prossime stagioni de L’amica genialefirmata dal colosso americano HBO, da Rai Fiction e TimVision. Prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango in co-produzione con Umedia Production, verrà diretta da Saverio Costanzo, che firma il soggetto e le sceneggiature con Elena FerranteFrancesco Piccolo e Laura Paolucci.

A interpretare Elena e Lila bambine – le protagoniste della quadrilogia campione di vendite in tutto il mondo – sono rispettivamente Elisa Del Genio e Ludovica Nasti, per la prima volta sullo schermo. Margherita Mazzucco e Gaia Girace saranno invece le due protagoniste da adolescenti, che poi cresconointrecciando le loro vite per oltre sessant’anni. La serie tv, come il libro, tenta di raccontare il mistero di Lila, l’amica geniale di Elena, la sua migliore amica, la sua peggiore nemica.

Le riprese a Napoli e il set kolossal

Le riprese de L’amica geniale sono cominciate diverse settimane fa a Marcianise, nella periferia di Caserta, più precisamente nell’ex area industriale Saint Gobain, dov’è stato ricostruito il Rione: la troupe tecnica della produzione, composta da 150 persone, ha creato 20 mila metri quadrati di set costruiti in oltre 100 giorni di lavorazione. In questi mesi hanno costruito 14 palazzine, 5 set di interni, una chiesa e un tunnel. I costumi saranno circa 1500, tra realizzazioni originali e di repertorio.

Dopo Caserta, in questi giorni il set si è spostato a Napoli, dove sono state ricreate le atmosfere degli anni ’50. Dalla Galleria Principe a Piazza del Plebiscito, il centro è stato invaso da auto e moto d’epoca oltre che di comparse e attori in costumi raffinati. Nella celebre piazza è stata girata una delle scene emblematiche del primo libro, quella della rissa, in cui Lenuccia e Lila, appena adolescenti, vanno con il fratello Rino e il fidanzatino Pasquale nella Napoli bene. La troupe si sposterà poi a Ischia. La serie sarà trasmessa nel 2019.

 

 

 

 

 

 

Arriva una serie tv tratta dall’Amica geniale di Elena Ferrante

Arriva in libreria 
Storia della bambina perdutadi ELENA FERRANTE
Collana Dal Mondo – Pagine 464, 19,50 euro

 

il quarto e ultimo volume del ciclo dell’Amica Geniale

 

La Fandango rende noto inoltre di aver attivato con Rai Fiction lo sviluppo di una serie tv tratta dai quattro volumi.

A guidare il team di scrittura sarà lo scrittore e sceneggiatore Francesco Piccolo.

 

«Elena Ferrante ha scritto romanzi straordinari»James Wood, The New Yorker «L’Amica Geniale è un libro che trabocca dall’anima come un’eruzione del Vesuvio».Paolo Mauri, La Repubblica

 
«Tutti dovrebbero leggere qualunque cosa porti la firma di Elena Ferrante»

Eugenia Williamson – The Boston Globe

 
«Lukacs una volta ha affermato che I Promessi Sposi di Manzoni è un’allegoria di tutta la storia italiana.

Allo stesso modo, Elena Ferrante trasforma l’amore, la separazione e la riunione di due povere ragazze nella tragedia della loro città, un luogo bello e straziante»

Joseph Luzzi – The New York Times

 
«I personaggi femminili di Elena Ferrante sono vere e proprie opere d’arte… il suo romanzo è chiaramente figlio del Neorealismo italiano e di un amore duraturo per la messa in scena.»

El País

 
STORIA DELLA BAMBINA PERDUTA – Il quarto volume conclusivo dell’Amica geniale

Nell’Amica geniale abbiamo visto Lina e Lenù bambine scoprire l’amicizia e la rivalità, lottare per decidere in cosa credere e da cosa fuggire. In Storia del nuovo cognome le abbiamo ritrovate giovani donne alle prese con la dura realtà del rione, da cui ci si può allontanare ma mai sfuggire definitivamente, e con l’amore e la sua ferocia. In Storia di chi fugge e di chi resta, terzo capitolo della loro amicizia, navigano nel grande mare aperto degli anni Settanta, uno scenario di rovesciamenti, di speranze e incertezze, di confusione e sfide fino ad allora impensabili.

Storia della bambina perduta è il quarto e ultimo volume dell’Amica geniale, la saga italiana che ha avuto più successo in questi anni, confermando l’autrice, già conosciuta per i precedenti romanzi, come una delle massime autrici al mondo.

Le due protagoniste Lina (o Lila) ed Elena (o Lenù) sono ormai adulte, con alle spalle delle vite piene di avvenimenti, scoperte, cadute e “rinascite”.  Ambedue hanno lottato per uscire dal rione natale, una prigione di conformismo, violenze e legami difficili da spezzare. Elena è diventata una scrittrice affermata, ha lasciato Napoli, si è sposata e poi separata, ha avuto due figlie e ora torna a Napoli per inseguire un amore giovanile che si è di nuovo materializzato nella sua nuova vita. Lila è rimasta a Napoli, più invischiata nei rapporti familiari e camorristici, ma si è inventata una sorprendente carriera di imprenditrice informatica ed esercita più che mai il suo affascinante e carismatico ruolo di leader nascosta ma reale del rione (cosa che la porterà tra l’altro allo scontro con i potenti fratelli  Solara).

Ma il romanzo è soprattutto la storia di un rapporto di amicizia, dove le due donne, veri e propri poli opposti di una stessa forza, si scontrano e s’incontrano, s’influenzano a vicenda, si allontanano e poi si ritrovano, si invidiano e si ammirano.

Attraverso nuove prove che la vita pone loro davanti, scoprono in se stesse e nell’altra sempre nuovi aspetti delle loro personalità e del  loro legame d’amicizia. Intanto la storia d’Italia e del mondo si srotola sullo sfondo e anche con questa le due donne e la loro amicizia si dovranno confrontare.

Assieme ai precedenti “capitoli” di questa straordinaria storia – L’AMICA GENIALE, STORIA DEL NUOVO COGNOME, STORIA DI CHI FUGGE  E  DI CHI RESTA –  questo quarto conclusivo volume costituisce un’opera letteraria  incredibilmente feconda e ispiratrice, un’opera riconosciuta internazionalmente come una delle massime del nostro tempo.

L’autrice

Elena Ferrante è autrice dell’Amore molesto, da cui Mario Martone ha tratto il film omonimo. Dal romanzo successivo, I giorni dell’abbandono, è stata realizzata la pellicola di Roberto Faenza. Nel volume La Frantumaglia racconta la sua esperienza di scrittrice. Nel 2006 è uscito il romanzo La figlia oscura, nel 2007 il racconto per bambini La spiaggia di notte e nel 2011 il primo volume dell’Amica geniale, a cui è seguito nel 2012 Storia del nuovo cognome e nel 2013 Storia di chi fugge e di chi resta. Tutti i romanzi di Elena Ferrante sono stati pubblicati dalle Edizioni E/O.

LIBRERIA STORICA E INDIPENDENTE IL GHIGNO UN MARE DI STORIE MOLFETTA

#LIBRERIAILGHIGNOMOLFETTA Convenzionati con la carta del docente per gli insegnanti e per i giovani lettori bonus 18APP! Spendi in libreria il tuo bonus cultura e scegli la libreria storica indipendente della tua città!

#ConsiglideiLibrai #Eventiletterari
#BeiLibri
#Spedizioni in tutta Italia #Scegli Una Libreria Indipendente! #Libreria Il Ghigno un mare di storie Molfetta#Molfetta#Puglia#Italy

Il Ghigno Libreria un mare di storie
Dal 1981
Libreria Storica, d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità
Consigliata da 0 a 99 anni
Libreria aderente a Nati per leggere
Libreria Friendly
Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
080-3971365, 348-6053554
ilghignolibreria@gmail.com
Il Ghigno – Un mare di storie Pagina Faceb https://www.facebook.com/il.molfetta/
https://www.instagram.com/il_ghigno_libreria/
https://ilghignolibreria.wordpress.com/

 

 

 

👉 Il Ghigno Libreria Molfetta 📚📖

 

 

Il Ghigno Libreria Molfetta

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
080-3971365, 348-6053554 Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
– Attivazione Servizio gratuito di consegna in giornata per libri disponibili a casa vostra per info contattateci
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
https\://ilghignolibreria.wordpress.com/

Il Ghigno Libreria Molfetta

Libreria Storica, d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità

Consigliata da 0 a 99 anni
Libreria aderente a Nati per leggere
Libreria Friendly   “Leggere è viaggiare … Una finestra sul mondo”
Consigli dei librai
Incontri letterari
Firma copie con gli scrittori

Libri storie eventi scritture laboratori convivialità letteraria consulenza editoriale scouting
Oltre 1000 eventi realizzati in 13 anni di incontri con i più importanti nomi letterari italiani. 
Storie Italiane, il primo festival di letteratura a Molfetta
“Storie Italiane”
Il primo festival di letteratura a Molfetta ideato e promosso dalla Libreria storica e indipendente Il Ghigno un mare di storie Molfetta
Sempre in direzione ostinata e contraria
#101 modi per sostenere Storie Italiane il primo festival di letteratura a Molfetta
https://www.instagram.com/storieitalianemolfetta/

Il Ghigno Libreria Molfetta

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
080-3971365, 348-6053554 Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
– Attivazione Servizio gratuito di consegna in giornata per libri disponibili a casa vostra per info contattateci
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
https://ilghignolibreria.wordpress.com/

“La memoria rende liberi” Liliana Segre

L'immagine può contenere: testo

 

“La memoria rende liberi” Liliana Segre

Il nostro mese della memoria
Senza passato nessun futuro
Leggere per non dimenticare contro ogni razzismo, antisemitismo diamo voce oggi più che mai alle parole di Liliana Segre testimone della Shoah‎
In occasione della giornata della memoria
“La memoria rende liberi. La vita interrotta di una bambina nella Shoah” di Enrico Mentana e Liliana Segre
Se vuoi aggiungere la tua voce contattaci.
Libreria Il Ghigno Molfetta

«Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare»

 

Per non dimenticare

La memoria rende liberi Liliana Segre

 

👉 Il Ghigno Libreria Molfetta📚❤️📖

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
080-3971365, 348-6053554
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
Libri storie eventi scritture laboratori convivialità letteraria consulenza editoriale scouting
Oltre 1000 eventi realizzati in 13 anni di incontri con i più importanti nomi letterari italiani.

PIF Regista, Attore, narratore televisivo e cinematografico Domenica 26 gennaio 2020 ore 11,00 Racconta il suo primo libro romanzo “ ….che Dio perdona a tutti ” Acquista il tuo libro e ritira il tuo pass (pass è valido per 1 persona fino ad esaurimento posti) Convenzionati con la carta del docente e il bonus 18 app Libreria Il Ghigno Molfetta

 

pif

‼️ Super annuncio 🎉🎉🎈🎈🎉
La Libreria il Ghigno è lieta di presentare in esclusiva 
Pierfrancesco Diliberto in arte    PIF
Regista, Attore, narratore televisivo e cinematografico
Domenica 26 gennaio 2020 ore 11,00 Libreria Il Ghigno Molfetta
Racconta il suo primo libro romanzo “ ….che Dio perdona a tutti “
Giangiacomo Feltrinelli Editore
Acquista il tuo libro e ritira il tuo pass (pass è valido per 1 persona fino ad esaurimento posti)  
Convenzionati con la carta del docente e il bonus 18 app
👉 Il Ghigno Libreria Molfetta 📚📖

 

 

Con la sua inconfondibile voce, Pif, amatissimo narratore televisivo e cinematografico, esordisce nel romanzo con …che Dio perdona a tutti (Feltrinelli): una storia divertente che si inserisce a pieno titolo nella commedia italiana più trascinante e intelligente.

Dal libro …….. “Quella partita, alla fine, cambiò la vita ad almeno due persone, a Paolo Rossi e a me.”

Dopo la presentazione show, l’autore firmerà le copie del suo libro che sarà in vendita a cura della Libreria Il Ghigno un mare di storie, promotrice ed organizzatrice della giornata come di tanti altri incontri di successo a Molfetta, con autori per adulti e per bambini e unico punto di riferimento in città che ospita in store firma copie di scrittori importanti, artisti, di personaggi famosi del web, musicali e televisivi.

 

 

Pierfrancesco (in arte PIF) Diliberto
All’anagrafe Pierfrancesco Diliberto, Pif inizia la sua carriera lavorando come assistente alla regia di Franco Zeffirelli in Un tè con Mussolini (1998) e con Marco Tullio Giordana ne I cento passi (2000). Nel 2000 Pif diventa autore televisivo, acquistando poi celebrità con “Le Iene”, dove lavora come autore e inviato dal 2001 al 2010. Nel 2007 per Mtv realizza “Il testimone”, il suo primo programma individuale, tra i più originali e innovativi del panorama televisivo odierno. Nel 2017 è su Rai3 con il suo “Caro Marziano”. Al cinema intervista Ettore Scola nel documentario Ridendo e scherzando. Nel 2013 debutta alla regia con il suo primo lungometraggio La mafia uccide solo d’estate, per il quale vince due David di Donatello, tra cui quello come miglior regista esordiente e un Efa (European Film Awards) come miglior commedia, dal quale è stata tratta una serie televisiva per Rai Uno. Il suo secondo film è In guerra per amore (2016). Feltrinelli ha pubblicato … che Dio perdona a tutti (2018), il suo primo romanzo.

 

 

 

👉 📚📖Il Ghigno Libreria Molfetta📚❤️📖

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
080-3971365, 348-6053554
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
Libri storie eventi scritture laboratori convivialità letteraria consulenza editoriale scouting
Oltre 1000 eventi realizzati in 13 anni di incontri con i più importanti nomi letterari italiani.

PIF al Ghigno
PIF al GhignoPIF al Ghigno  “Che Dio perdona a tutti”, Pif a Molfetta per presentare il suo ultimo lavoro  In tanti ieri all’incontro nella libreria “Il Ghigno”

Una domenica mattina decisamente diversa dal consueto quella che ha offerto ai suoi avventori la storica libreria molfettese il Ghigno che, nella giornata del 26 gennaio, ha ospitato nella sua sede Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, celebre conduttore e autore televisivo, nonché regista ed attore, adesso nell’inedita veste di scrittore esordiente con “… Che Dio perdona a tutti”, presentato appunto nell’incontro avvenuto nella nostra città.Tema centrale del romanzo è un modo inedito e quasi provocatorio di guardare alla religione: protagonista è infatti Arturo, trentacinquenne siciliano dalla vita piuttosto semplice ed apatica, priva di qualsiasi slancio passionale. Le cose cambiano quando entra in scena Flora che, in un istante, diventa la donna dei suoi sogni. Flora è sveglia, intraprendente, ma anche molto cattolica, contrariamente ad Arturo che, come è stato definito dal suo autore, è “mediamente cristiano”, nulla di più quindi di un pigro e langue attaccamento di tradizione. I due si innamorano e stanno assieme, ma quando la ragazza scopre dell’indifferenza religiosa del compagno, Arturo reagisce in modo particolare e stranamente fermo: seguirà alla lettera la parola di Dio per tre settimane, nella maniera più pedissequa e pedante possibile, aprendo naturalmente la strada ad una sequenza di eventi tra il comico ed il paradossale.

La presentazione, seguita da un folto pubblico, è stata però l’occasione di spaziare su diversi temi anche solo tangenti con il tema prettamente religioso del libro stesso, e di cui Pif è stato instancabile mattatore con il suo solito stile ironico e quasi trasognato che è la cifra di un racconto del reale solo apparentemente semplice, ma che in realtà osserva in modo asciutto ogni scandaglio della cronaca. della politica e del costume, cosa che lo ha reso celebre sin dai tempi dei programmi televisivi de “Le Iene” e soprattutto de “Il testimone”.
Spazio quindi ad un flusso trascinante, divertente e coinvolgente di pensieri che sono passati dalla Sicilia e da un’educazione persino ossessiva nei suoi richiami religiosi, fino all’atteggiamento di dubbio e riflessione che porta all’agnosticismo, fino ad approdare a quella consapevolezza per cui la religione è un fatto profondamente privato, di cui ognuno di noi ha una sua singolare e particolare esperienza, ma che raggiunge dimensioni molto più diverse e sensibile se si intreccia con la politica, tale per cui non senza esagerazioni essere cristiani, al giorno d’oggi, è qualcosa di piuttosto complicato. Pif ha quindi elogiato la figura di Papa Francesco, un uomo che, al pari di molti altri, sta “cercando di andare oltre”, di vedere al di là della realtà contingente, spingendo la collettività sulla linea di un qualcosa non ancora immaginato, innescando una trasformazione e una rivoluzione del mondo cattolico, come, secondo Pif, in senso laico ha fatto prima di lui Giovanni Falcone all’interno della società civile, contribuendo un po’ a “cambiare il mondo”.

Molti uomini hanno l’avveniristica prospettiva di voler cambiare il mondo ed alcuni, quelli che “vedono oltre”, ci riescono anche, sebbene feriti, offesi, osteggiati o perseguitati. Però la battuta di Pif che resta del suo incontro con la città di Molfetta proviene dalle parole del suo amico Don Marco Pozza: anche se non riesci a cambiare il mondo, l’importante è che il mondo non riesca a cambiare te. E con la sua lucida coerenza, Pif è sicuramente sulla buona strada.

A cura di Verdiana Mastrofilippo

“…che Dio perdona a tutti”, Pif alla libreria “Il ghigno” di Molfetta
Presentazione del primo prodotto letterario dell’autore
Isa de Marco e Pif
28 gennaio 2020
MOLFETTA – La domenica mattina targata “Il Ghigno, un mare di storie” ha allietato la platea di lettori molfettesi con la presentazione del nuovo libro di Pif “Che dio perdona a tutti”.All’anagrafe Pierfrancesco Diliberto, Pif ha iniziato la sua carriera affiancando l’illustre regia di Franco Zeffirelli in “Un tè con Mussolini” e il progetto cinematografico di Marco Tullio Giordana ne “I cento passi”. Nel 2000 diventa autore televisivo, conquistando il pubblico nelle vesti di “iena”, nel programma omonimo e nel 2007 realizza il suo primo programma individuale “Il testimone”, per Mtv. Successivamente nel 2013 debutta come regista con il suo primo lungometraggio “La mafia uccide solo d’estate” per il quale vince due David di Donatello. Ora si cala le vesti di scrittore con la pubblicazione del suo primo romanzo.L’interazione letteraria ha visto protagonista il dialogo tra la prof.ssa Isabella de Marco, docente di lingue straniere e l’autore stesso.Il romanzo ha come protagonista Arturo, alter ego di Pif, trentacinquenne siciliano, originario di Palermo, agente immobiliare che vive un’esistenza grigia e incolore, privo di qualsiasi slancio vitale, ma ossessionato dalla passione per i dolci, soprattutto quelli alla ricotta. “Sicuramente autobiografica è la provenienza da Palermo, in aggiunta alla passione viscerale per la ricotta. Mi piace l’idea che Arturo sia un uomo senza passioni, che non agisce con impegno, una mina vagante, mi piace l’idea che durante il suo percorso di vita cresca, cambi in maniera positiva. Mi piace questo cambiamento. Viviamo in un Paese difficile in cui stare fermi è sbagliato, Arturo è il contrario di tutto questo”, afferma l’autore a proposito del protagonista.L’iter della vita del trentacinquenne siciliano cambia in maniera netta e definitiva quando incontra Flora, la migliore pasticcera di Palermo, donna decisa e intraprendente, ma soprattutto fervente cattolica praticante. Dopo la fase dell’innamoramento e dello svelamento della problematica indifferenza religiosa di Arturo, egli prende la prima decisione risoluta della sua vita: seguirà pedissequamente la parola di Dio per tre settimane, diventando finalmente “un buon cristiano”. Nel susseguirsi degli eventi il percorso religioso del palermitano prenderà pieghe inaspettate, a metà strada tra il comico ed il paradossale.Un esempio di questo è l’atteggiamento di Arturo durante la partita dei mondiali di calcio del 1982, momento storico in cui la squadra italiana si scontrò con quella brasiliana “La mia vita si è divisa in prima e dopo quella partita, non sono un fan del calcio, ma seguo sempre i mondiali. Quella partita la ricordo come una vera e propria agonia, considerando l’alternarsi dei goal che causarono la parità delle squadre.Anche Arturo si interrogava su come potesse intervenire per sbloccare la situazione e pensò che la soluzione migliore fosse pregare, preghiere che, paradossalmente, portarono alla vittoria dell’Italia. Invocazioni sempre più incalzanti, evidentemente più ridondanti di quelle fatte da qualsiasi altro brasiliano agli occhi del Signore”, racconta l’autore con il suo modo di fare simpatico, alla mano, fuori dalle righe.Palese è l’intenzione dell’autore di voler ironizzare su un rapporto problematico con la religione cattolica: un classico palermitano da sempre indottrinato presso istituti scolastici di stampo cattolico, il quale durante il corso della sua vita approda su posizioni agnostiche. “Sono orgoglioso della leggerezza del libro, della mia leggerezza, non voglio insegnare nulla a nessuno. È un periodo storico in cui la fede non è facilmente praticabile, ho preferito prendermi una pausa dalla religione e ponderare meglio sulle mie posizioni”.Elogia la figura di Papa Francesco, un uomo che “sta cercando di andare oltre”, di portare la popolazione cattolica ad un rapporto profondo con Dio, privo di superficialità, puntando alla rivoluzione del mondo cattolico; alla pari di Giovanni Falcone, in un contesto puramente laico, definito un mentore della ricerca della verità contro l’omertà causata dalla mafia e dalla paura.Ironico è anche l’atteggiamento con cui viene trattata la tematica della sicilianità, terra caratterizzata da luci ed ombre, rinomata per l’eccezionale pasticceria ma oscurata dall’omertà, fomentata dalle organizzazioni criminali mafiose.L’ironia è la chiave di lettura, attraverso cui bisogna leggere le pagine del romanzo “…che Dio perdona a tutti”, romanzo in cui il protagonista Alfredo è “testimone” tangibile del fatto che il mettersi in discussione, il ponderare sulle proprie convinzioni, può portare ad un cambiamento personale positivo che può influenzare la collettività in maniera altrettanto positiva.© Riproduzione riservata
Pif a Molfetta

Grande successo alla libreria “Il Ghigno” per la presentazione del libro di PIF
c
Si intitola “…Che Dio perdona a tutti” ed è il primo romanzo di Pierfrancesco Diliberto

Ironico e realista, impegnato attivamente nel sociale, PIF, nome d’arte di Pierfrancesco Diliberto, ha presentato domenica 26 gennaio presso la libreria Il Ghigno il suo primo romanzo: “…Che Dio perdona a tutti”.

Leggero, disinteressato, comico. Quanto ci sia di autobiografico è avvolto, in parte, dal mistero e, in altra parte e in fondo, qualcosa di personale emerge.

Il protagonista, Arturo, agente immobiliare trentacinquenne, dalla vita piatta e incolore, vive un improvviso cambiamento: si fidanza. Non con una ragazza qualunque, ma con Flora, intraprendente, bella e ricca, risultato, quindi, di una società benestante.

È la figlia di un pasticcere e Arturo, che ama le cose poco o niente, ha solo due passioni: il calcio e il rapporto morboso con i dolci. Flora è quindi il suo ideale.

Non è una storia comune. Dio si inserisce in modo latente: mentre Arturo guarda i mondiali di calcio del 1982, Italia-Brasile, giocati dal mitico Dino Zoff, e prega affinché il pareggio (2-2) si trasformi in un vantaggio. L’Italia vince. Allora si chiede quanto valga la sua preghiera rispetto a quella di un bambino brasiliano.

Si insinua il dubbio.

O, ancora, attraverso la figura di Don Marco, un sacerdote che dimostrerà ad Arturo di poter essere un perfetto cristiano. Un ruolo che riuscirà a ricoprire per tre settimane.

“Essere cristiani è difficile ed è meglio prendersi una pausa dalla religione che viverla in automatico”, afferma PIF :“Bisogna imparare a mettersi in discussione”.

Un insegnamento valido per ogni campo della vita: nel rapporto con la società ad esempio, nella quale ha fatto la differenza chi ha saputo fare un passo avanti. Gesù, Falcone, Borsellino, persino San Francesco.

“Chi va oltre, fa una vita d’inferno, ma è tutta la società ad andare avanti” dice orgogliosamente PIF, regista, attore, narratore televisivo e cinematografo che prova a smuovere il mondo.

Il suo ego gli dice che stare fermo e non parlare è sbagliato.

Prova e riesce e vorrebbe fare di più.

 di Valeria Bellifemine
https://www.molfettalive.it/news/cultura/907428/grande-successo-alla-libreria-il-ghigno-per-la-presentazione-del-libro-di-pif

 

 

Da Cambridge a Fiumicello: PIF riporta a casa la bici di Giulio Regeni
Il video reportage esclusivo realizzato da Pif con i giornalisti di la Repubblica : un regalo che il regista ha fatto ai genitori di Regeni, con il racconto del ritorno a casa della bicicletta di Giulio. Il ricercatore italiano la lasciò a Cambridge quattro anni fa prima di partire per il Cairo, dove poi venne sequestrato e ucciso.
Video di Alessandro Allocca
Verità per Giulio Regeni

Dal 9 gennaio al cinema la sceneggiatrice e regista Greta Gerwig (candidata a 2 Oscar nel 2018 con Lady Bird) ha realizzato il film di Piccole Donne basato sia sul romanzo classico di Louisa May Alcott Il Ghigno Libreria Molfetta

image_preview

Dal 9 gennaio al cinema la sceneggiatrice e regista Greta Gerwig (candidata a 2 Oscar nel 2018 con Lady Bird) ha realizzato il film di Piccole Donne basato sia sul romanzo classico di Louisa May Alcott 

Il Ghigno Libreria Molfetta

 

 

 

Dal 9 gennaio al cinema la sceneggiatrice e regista Greta Gerwig (candidata a 2 Oscar nel 2018 con Lady Bird) ha realizzato il film di Piccole Donne basato sia sul romanzo classico di Louisa May Alcott che sui suoi scritti, ripercorrendo avanti e indietro nel tempo la vita dell’alter ego dell’autrice, Jo March. Secondo la Gerwig, la tanto amata storia delle sorelle March – quattro giovani donne ognuna determinata a inseguire i propri sogni – è al tempo stesso intramontabile e attuale. Jo, Meg, Amy e Beth March, nel film sono interpretate rispettivamente da Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, ed Eliza Scanlen, con Timothee Chalamet nei panni del loro vicino Laurie, Laura Dern in quelli di Marmee, e Meryl Streep nel ruolo della Zia March. Seguici su https://www.facebook.com/PiccoleDonne… e partecipa alla conversazione con #PiccoleDonneILFILM

 

 

Il Ghigno Libreria Molfetta

Libreria storica Dal 1981 Il Ghigno un mare di storie in pieno centro città via Salepico 47 Molfetta
Convenzionati con la Carta del Docente libri e Bonus 18App
080-3971365, 348-6053554 Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
– Attivazione Servizio gratuito di consegna in giornata per libri disponibili a casa vostra per info contattateci
– Spedizioni in tutta Italia Per info e spedizioni scrivete a ilghignolibreria@gmail.com
https://ilghignolibreria.wordpress.com/

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: