Giulio Cavalli per brevità chiamato artista, mercoledì 26 luglio ore 20,00 a “Storie Italiane” Molfetta

19437461_1779744082050961_7603564668392149590_n

STORIE ITALIANE FESTIVAL MOLFETTA & LIBRERIA IL GHIGNO presentano GIULIO CAVALLI

GIULIO CAVALLI, Scrittore, Attore, Giornalista di Left, L’Espresso, Il Fatto Quotidiano, Autore teatrale e ha pubblicato diversi libri d’inchiesta, da anni vive sotto scorta a causa del suo impegno contro le mafie, in libreria con il suo nuovo romanzo

presenta “Santa mamma” edito da Fandango Editore.

IN PRIMA REGIONALE

6 Appuntamento Festival “Teatro come mezzo per mantenere vive pagine importanti della nostra storia.”

Save the date

MERCOLEDI’ 26 LUGLIO 2017 ORE 20,00

Galleria patrioti molfettesi Corso Umberto n 61

Principalmente scrivo. Ascolto storie, le cerco in giro, mi ci perdo lasciando briciole per riuscire comunque a ritornare a casa. Le scrivo lunghe quando scendo nelle stanze più interrate e diventano libri. Le scrivo allenando il muscolo della curiosità e diventano editoriali e articoli. E poi le racconto, sui palchi, con il mestiere del teatro che è il mestiere più bello del mondo. E non sopporto gli indifferenti, mai, per niente..

Il libro “SantaMamma”

Mi chiamo Carlo Gatti e sono nato con un buco. Quel buco sono io. Settant’anni spesi a rimanere in bilico tra un dubbio e la possibilità di scioglierlo per accorgersi che in quella terra di mezzo ci ho costruito la mia casa.”

Il nuovo romanzo di Giulio cavalli, edito da Fandango, è delicato, poetico e indimenticabile.

Giulio Cavalli

Per brevità chiamato artista

Chi sono

Siccome mi hanno sgridato dicendo che non si può mica parlare di sé in terza persona nel proprio sito allora scrivo io personalmente.

Chi sono più o meno lo trovate nella mia pagina su wikipedia. Principalmente scrivo e racconto. Scrivo libri, scrivo articoli, scrivo monologhi e recito libri, recito monologhi e ogni tanto recito anche inchieste.

I miei libri e i miei spettacoli sono spesso legati a storie del presente. Qualcuno mi descrive come autore civile ma mi piacerebbe fare un giro tra gli incivili per capire chi assegna il patentino.

Scrivo per Left, per Fanpage, per L’Espresso e ho scritto per Il Fatto Quotidiano. Giro spesso per l’Italia.

Poi se qualcuno sta cercando ossessivamente la questione della scorta: sì sono io. E credo che sia una delle mie caratteristiche meno interessanti poiché non è un pregio, non è un vizio o un difetto ma solo una conseguenza.

Odio gli indifferenti, sono partigiano.

Va meglio così? I commenti sono chiusi.

GIULIO CAVALLI, scrittore e autore teatrale, dal 2007 vive sotto scorta a causa del suo impegno contro le mafie. Collabora con varie testate giornalistiche e ha pubblicato diversi libri d’inchiesta, tra i quali ricordiamo Nomi, cognomi e infami (2010), L’innocenza di Giulio (2012) e Mio padre in una scatola di scarpe (2015). È stato membro dell’Osservatorio sulla legalità e consigliere regionale in Lombardia. Scrive su Left.

Giulio Cavalli narratore, tenendo fede ad un’idea di teatro come mezzo per mantenere vive pagine importanti della nostra storia.

Fra le sue collaborazioni importanti come quella della casa memoria “Felicia e Peppino Impastato” e il Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato”; A cento Passi dal Duomo (2009), scritto con il giornalista Gianni Barbacetto, direttore di Omicron (Osservatorio Milanese sulla Criminalità Organizzata al Nord), spettacolo definito dallo stesso Cavalli “una ninna nanna dolce per un risveglio brusco di quella Lombardia che si crede immune dalla mafia”; Nomi, cognomi e infami, spettacolo che narra di storie di mafia, camorra, soprusi e ingiustizie, ma anche di persone che hanno scelto di non piegarsi agli uomini d’onore; L’innocenza di Giulio- Andreotti non è stato assolto (2011), scritto in collaborazione con Giancarlo Caselli e Carlo Lucarelli, che ricostruisce la carriera politica di Giulio Andreotti fino al processo per mafia. Per il suo impegno contro la mafia Cavalli ha vinto il Premio Giovanni Fava (2010).

http://www.giuliocavalli.net/

https://www.facebook.com/cavalli.giulio/?ref=ts&fref=ts

https://www.instagram.com/giuliocavalli/

Galleria patrioti molfettesi ribattezzata “Piazza dei libri e dei lettori”

fra Corso Umberto n 61 Molfetta, zona antistante Libreria Il Ghigno in via G.Salepico 47 via delle storie

INGRESSO LIBERO

La cittadinanza e la stampa è invitata

Vi aspettiamo, sarà un’occasione unica!

20046367_1645992128758333_328669428511080459_n

“Festival Storie Italiane” Molfetta quinta edizione estate 2017 programma festival

La nostra selezione

Paola Calvetti

Anilda Ibrahimi “Il tuo nome è una promessa” Einaudi Feat Municipale Balcanica Martedì 4 luglio

Antonio Dikele Distefano “Chi sta male non lo dice” Mondadori Giovedì 6 luglio

Paolo Crepet “Baciami senza rete” Mondadori Sabato 8 luglio

Gaetano Savatteri “La fabbrica delle stelle” Sellerio Venerdì 14 luglio

Giulio Cavalli “Santa mamma” Fandango Mercoledì 26 luglio

Francesco Marocco  Cronache della discordia” Mondadori Mercoledì 2 agosto

Mercoledì 27 settembre Antonella Lattanzi Una storia nera

 Sabato 30 settembre Luca Bianchini Mondadori

 & tante altre occasioni di incontro per l’intera estate e tante promozioni per i lettori del ns festival

#STORIEITALIANE2017 #ILPRIMOFESTIVALDILETTERATURAMOLFETTA #LIBRERIAILGHIGNOMOLFETTA

Convenzionati con la carta del docente per gli insegnanti e per i giovani lettori bonus 18APP! Spendi in libreria il tuo bonus cultura e scegli la libreria storica indipendente della tua città!

#Festival culturale Estivo #Estate in Libreria Il Ghigno un mare di storie Molfetta #ConsiglideiLibrai #BeiLibri #Spedizioni in tutta Italia #Scegli Una Libreria Indipendente! #Libreria Il Ghigno un mare di storie Molfetta #Molfetta#Puglia#Italy

Storie Italiane il primo festival di letteratura a Molfetta

Quinta Edizione Estate 2017 sempre in direzione ostinata e contraria

Un intreccio di racconti e di storie per leggere quello che eravamo, che siamo e che saremo

Libreria storica e indipendente Il Ghigno un mare di storie Molfetta

https://ilghignolibreria.wordpress.com/https://storieitalianeilprimofestivaldiletteraturamolfetta.wordpress.com/

— presso Galleria patroti molfettesi Corso Umberto n 61 Molfetta ribattezzata Piazza dei libri e dei lettori Storie Italiane Festival.

Storie Italiane, il primo festival di letteratura a Molfetta

https://www.facebook.com/Storie-Italiane-il-primo-festival-di-letteratura-a-Molfetta-603037126388335/

Il Ghigno Libreria Molfetta https://www.facebook.com/il.molfetta/?fref=ts

https://www.instagram.com/storieitalianemolfetta/

https://www.youtube.com/channel/UCgNhd_TW9XuGDmHOa6IY20Q

LIBRERIA STORICA E INDIPENDENTE IL GHIGNO UN MARE DI STORIE MOLFETTA

Storie Italiane, il primo festival di letteratura a Molfetta
Il Ghigno Libreria Molfetta

 

Il Ghigno Libreria un mare di storie
Dal 1981
Libreria Storica, d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità
Consigliata da 0 a 99 anni
Libreria aderente a Nati per leggere
Libreria Friendly
Via Salepico 47 Molfetta (Bari)
080-3971365, 348-6053554
ilghignolibreria@gmail.com
Il Ghigno – Un mare di storie Pagina Faceb
https://ilghignolibreria.wordpress.com/

 

Parla Giulio Cavalli

Manifesto con frase

‘Santa Mamma’ presentato da Giulio Cavalli al ‘Ghigno’ di MolfettaBisogna aver paura di ciò che si crede vero, ma che in realtà vero non è

MOLFETTA – Il capovolgimento della realtà rientra sicuramente tra le prerogative di un attore quale è Giulio Cavalli, che ormai da dieci anni vive con la scorta per via della sua campagna antimafia e che è stato ospite del sesto appuntamento del festival letterario ‘Storie Italiane’, organizzato dalla libreria ‘Il Ghigno’ di Molfetta.

Introdotto dalla prof.ssa Isa de Marco, che sottolinea i toni forti e allo stesso tempo delicati che caratterizzano il suo modo di esprimersi e di scrivere, Cavalli presenta al pubblico il suo ultimo romanzo dal titolo ‘Santa Mamma’, la cui principale tematica è il teatro come strumento per raccontare la realtà e per percepire la storia; la stessa storia che, spesso e volentieri, è in grado di mettere l’individuo in situazioni che inevitabilmente lo aiutano a maturare.

È proprio il caso dell’autore, che coltiva un legame affettivo con il suo romanzo, colmo di riferimenti ma soprattutto di nomi che hanno a che fare con il suo mondo: il mondo di Carlo Gatti, vero nome dell’autore, figlio adottivo, portato in orfanotrofio dai servizi sociali, con la passione per il pianoforte, aspirazione che lascia nel momento in cui decide di cercare un lavoro. Tra convegni e contatti con magistrati, la ricostruzione dei tasselli che formano il puzzle della sua vita è il filo conduttore del romanzo, in cui tanti sono i punti commoventi: a partire dal colloquio di lavoro fino ad arrivare alla ricerca del suo fratello di sangue. Ed è con la stessa motivazione che lo ha spinto a ricercare le sue radici che Cavalli si interroga sulle origini della mafia, ponendosi l’obiettivo di smontare le convinzioni di chi si serve di quest’ultima pur di raggiungere i propri scopi.

‘Nelle scuole si parla di mafia, ma se ne parla in maniera errata. Si dedica tanto, troppo tempo a capire cosa essa sia e non si punta mai al cuore della questione; non si fa mai leva su dove essa sia, su quali siano i suoi problemi – sostiene l’autore -. E a mio parere il problema più grande che caratterizza la mafia è la paura di ciò che si crede vero, ma che in realtà vero non è’.

Non a caso Cavalli di mestiere fa l’attore: in bilico tra la risata e la realtà, grazie al suo lavoro egli riesce ad inquadrare le problematiche e a prenderle sul serio sdrammatizzandole.

© Riproduzione riservata

Sara Fiumefreddo  http://www.quindici-molfetta.it/%E2%80%98santa-mamma–presentato-da-giulio-cavalli-al-%E2%80%98ghigno–di-molfetta_40079.aspx

Recensione a cura della Volontaria Sara del Festival letteratura Storie Italiane https://ilghignolibreria.wordpress.com/2017/07/19/giulio-cavalli-per-brevita-chiamato-artista-mercoledi-26-luglio-ore-2000-a-storie-italiane-molfetta/

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...