La primavera aveva deciso di incontrare la Pasqua col suo vestito migliore….

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

“La primavera aveva deciso di incontrare la Pasqua col suo vestito migliore. L’aria era frizzante come un vino novello e altrettanto ubriacante e traditrice, piena di profumi e di promesse che non aveva intenzione di mantenere. Si sentiva cantare dall’interno degli appartamenti che affacciavano sulla via, donne intente all’ ultima preparazione della festa o al completamento delle pulizie, e uomini che si radevano alla luce del sole, lo specchio appeso a un gancio sul balcone per riavere il primo soffio della nuova stagione: voci stonate o intonate, profonde o acute, tutte a parlare d’amore…”
“Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi” di
Maurizio de Giovanni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...