I consigli di luglio 2016

Bruges la morta di Georges Rodenbach (Fazi editore, 2016) € 15

Finalmente torna sugli scaffali un libro che manca da troppo tempo in libreria: una lettura perfetta per gli amanti delle storie d’amore contorte e tragiche, ma anche per chi deve riprendersi dalla fine di una storia e crede nel potere curativo della letteratura! Questo libro è stato pubblicato per la prima volta nel 1892 e da subito divenne un bestseller, vi basti sapere che Stéphane Mallarmé definì l’autore «uno degli artisti più assoluti e più preziosi che abbiamo». Viene raccontata la storia di Hugues Viane che, dopo la morte della moglie, si trasferisce a Bruges, città ideale per crogiolarsi nel lutto e nel dolore. Ma mentre il fantasma della morte si unisce nella sua mente a quello della città, arriva a confondere di più le sue idee, Jane che è l’esatta copia della moglie persa! Un libro che vi incanterà e vi lascerà con il fiato sospeso fino alla fine; preparate le valigie, quest’estate andrete sicuramente a Bruges! Una curiosità? Hitchcock si ispirò a questo libro per il suo film “La donna che visse due volte”


Notti in bianco, baci a colazione di Matteo Bussola (Einaudi, 2016) € 17

Nell’ultimo mese avrete sentito tanto parlare di questo libro che ha conquistato il cuore di molti lettori. Non è necessario essere genitori per apprezzare questo volume pieno di avventure e di ilarità. Matteo Bussola vi conquisterà con la sua scrittura semplice, diretta e affascinante. Gli abbiamo chiesto di raccontare il suo libro ai nostri lettori, ecco le sue parole per voi: “Mi è capitato di dire, durante le presentazioni di “Notti in bianco, baci a colazione”, che in realtà non è un vero libro. Non lo è perché le narrazioni che contiene, i dialoghi, le riflessioni, non sono mai nate con l’intento di essere inserite in un libro. Voglio dire che, mentre le scrivevo, per me erano solo quella cosa lì, parole che prendevano vita sulla mia bacheca di Facebook, spesso la mattina molto presto, sorseggiando tazzine di caffè, parole che scrivevo con la consapevolezza che, parlando delle mie esperienze quotidiane, avrei potuto accedere a quelle degli altri, che poi è la vera cosa che mi interessa. Soprattutto, cose scritte in un luogo che non avrei mai pensato potesse esser differente da quello.
Quando Einaudi mi ha chiesto di farne un libro, ho capito una cosa importante. Che la letteratura, o la scrittura, o le storie, non appartengono a luoghi specifici, e non è che una cosa ha dignità se è dentro un libro e ne ha di meno da un’altra parte. Le storie possono annidarsi ovunque. Puoi scrivere sui muri, sulla sabbia, fra le pagine di un quadernone a quadretti, su Facebook, ma non c’è reale differenza. Perché è sempre la scrittura a creare un luogo in cui le persone possono incontrarsi, non è il luogo a creare la scrittura. A me è quel luogo che interessa. Quell’incontro. Il fatto che quel luogo, o quell’incontro, possano addirittura spostarsi, passando da un supporto o un altro, è una ricchezza e non certo un limite. Ma la ricchezza più grande è capire che le storie possono annidarsi ovunque: negli occhi di tua figlia, negli alberi storti, nei libri impilati, nelle sigarette spente o nelle tazzine di caffè vuote la mattina presto. Certi giorni ho quasi il sospetto che le tazzine di caffè vuote siano il segreto, e che forse non a caso le streghe ci leggano dentro il futuro.
Perché se le guardi benebene e le sai ascoltare, contengono tutte le storie del mondo.”


Stupori e tremori di Amelie Nothomb legge Laura Morante (Emons, 2016) € 14.90

Ottima interpretazione da parte di Laura Morante che legge uno dei libri più amati dell’autrice belga che ci ha tutti fatto innamorare del Giappone, paese dove l’autrice è nata e dove ritorna in età matura. Il libro racconta la storia del suo primo lavoro in una multinazionale, in cui il suo superiore la trascina nel vortice della carriera. I lettori e gli uditori rimarranno incantati dal fascino d’oriente che dalla Nothomb, straniera in ogni terra, arriverà ai loro cuori. Consigliamo questo audiolibro nei viaggi in macchina per arrivare alla destinazione delle proprie ferie: un ascolto che vi conquisterà già dall’incipit, scommettiamo?


Questo libro non esiste di Marilù Oliva (Elliot, 2016)

Esce tra pochi giorni l’ultimo libro della giallista Marilù Oliva. Noi librai amiamo molto i suoi libri e anche questa volta vi consigliamo questo giallo perfetto per allietare le letture estive. La storia è quella di Mathias, un aspirante scrittore, che perde il libro che ha scritto. Le avventure che lo portano a recuperarlo lo fanno scontrare con un omicidio imprevisto che ostacola i suoi piani. Il lettore scoprirà che esiste un legame profondo tra afferrare il tempo che fugge, realizzare la macchina del tempo e recuperare il libro perduto ponendosi continuamente la domanda: “Questo libro non esiste”.

Listener

Il Ghigno Libreria un mare di storie
Dal 1981
Libreria d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità
Consigliata da 0 a 99 anni
Via Salepico 47 Molfetta
080-3971365, 348-6053554
ilghignolibreria@yahoo.it 

https://ilghignolibreria.wordpress.com/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...