Dopo il grande successo di“Stronzology” Amleto De Silva torna in libreria per presentare “Degenerati” il metodo Cyrano per salvarsi la vita in un mondo di idioti Giovedì 21 aprile 2016

no-triv (2)

-Giovedì 21 aprile 2016 ore libreria Il Ghigno un mare di storie via G.Salepico 47 Molfetta

Dopo il grande successo di ….“Stronzology. Gnoseologia della dipendenza dagli stronzi” Amleto De Silva torna in libreria per presentare “Degenerati” il metodo Cyrano per salvarsi la vita in un mondo di idioti edito da Liberaria.

Ironico e utilissimo pamphlet in cui, con acuta leggerezza, ci regala il suo antidoto alla degenerazione: leggere il Cyrano De Bergerac e applicare il suo metodo…..

Cirano è un vincente a prescindere, perchè non cerca di cambiare il mondo (sarebbe impossibile) ma la società: e quello è possibile eccome. Amlo

Charles Darwin ci ha abituati a pensare che la specie umana debba necessariamente evolversi. Invece. Ogni giorno apriamo un social network e ci ritroviamo a pensare che gli esseri umani stiano involvendo, che siamo sempre più circondati da scimmie: scimmie mainstream, scimmie slowfood o scimmie epistolari anzi, da “neoscimmie, uomini degenerati, con i difetti dell’una e dell’altra specie”. Dopo “Stronzology”, Amleto De Silva torna con un ironico e utilissimo pamphlet in cui, con acuta leggerezza, ci regala il suo antidoto alla degenerazione: leggere il Cyrano de Bergerac e applicare il suo metodo. Essere guasconi, alzare la testa, ritornare alla guapparia, all’aretè greca, è pratica antica ma ancora possibile, perché “la guasconeria non è preclusa a nessuno: basta soltanto volerlo”, altri uomini l’hanno fatto. Da Cyrano fino a Mario Giobbe, Roberto Bracco e Ferdinando Russo passando per Bianciardi e Kurt Vonnegut, ci viene presentata una carrellata di guappi eccellenti, uomini e intellettuali dalla scrittura forte, modelli di resistenza etica alla mediocrità, rivoluzionari. “D’altra parte, era stato proprio Bianciardi a dire che per portare la rivoluzione a Milano gli sarebbero bastati mille uomini che parlavano a voce alta, che arrivavano in ritardo agli appuntamenti: mille uomini soli, ma con la testa alta e nessuna voglia di obbedire a un mucchio di cretinaggini degenerate. Un manipolo di guasconi chiassosi, insomma”.

Amleto De Silva, per tutti Amlo, autore teatrale, blogger, scrittore, vignettista, è nato a Napoli, cresciuto a Salerno e vive a Roma. Ha esordito come vignettista su “Cuore” e “Smemoranda” vincendo il “Premio Satira Politica” della città di Forte dei Marmi. “Degenerati” (LiberAria Editrice, 2015)

#Primavera letteraria alla libreria il Ghigno un mare di storie di Molfetta Primavera in libreria… un mare di storie

Listener

Il Ghigno Libreria un mare di storie
Dal 1981
Libreria d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità
Consigliata da 0 a 99 anni
Via Salepico 47 Molfetta
080-3971365, 348-6053554
ilghignolibreria@gmail.com

Il Ghigno – Un mare di storie pagina faceb
https://ilghignolibreria.wordpress.com/

 

MOLFETTA – LUNEDÌ 25 APRILE 2016CULTURA

Ritrovare la propria originalità sarebbe la più vera e grande evoluzione

Storie di una società regredita

Il Ghigno presenta il pungente, realistico e satirico de Silva

di VALERIA BELLIFEMINE
Un momento della presentazione del libro
Un momento della presentazione del libro © molfettalive.it

La casa editrice LiberAria, una giovane realtà indipendente pugliese ma di respiro nazionale, ha pubblicato “Degenerati” di Amleto de Silva, ideale prosecuzione del precedente “Stronzology”.

De Silva parte dall’idea dell’effettiva esistenza della degenerazione umana, analizzata in ogni sfaccettatura sociale e della quale fornisce esempi in modo pungente e in uno stile assolutamente realistico, e ne trova un antidoto in un suo libro formativo Cyrano de Bergerac, commedia teatrale tradotta in italiano dal napoletano Mario Giobbe.

Cyrano è un uomo che non scende a compromessi, un guascone, ma anche un giovane pronto alla guerra e capace di portare a termine i propri obiettivi: è l’antitesi dei degenerati.

Ma chi sono i degenerati? “Una specie che si depila le sopracciglia può discendere in linea diretta, o indiretta, al massimo da un pompelmo”.

E con frizzante ironia ci sono posti alcuni esempi tutt’altro che estremi dei componenti della categoria: ragazzi che lavorano nella ristorazione e si definiscono cuochi ma non sanno cucinare, al massimo sanno impiattare le porzioni; sportivi che si depilano, si riempiono i capelli di gel prima dell’attività in palestra solo per farsi osservare durante la stessa; uomini che vanno a prostitute e hanno la necessità del viagra e lo fanno per i motivi più disparati, come lasciare una recensione sulla qualità della prestazione. O batteristi che non sanno suonare la batteria e fanno tutto tramite campionamento. Donne che puliscono i bagni pubblici ma sono imprenditrici. Persone che pensano di essere andate avanti ma sono degenerate.

Una delle più grandi mistificazioni dei nostri anni è: “ti devi saper vendere” – spiega De Silva – ma se qualcuno si sapesse vendere, l’avrebbe già fatto. È solo un mantra che ripetono per fare apprezzare cose che effettivamente non vogliamo o possiamo fare. I bravi di solito non scendono a compromessi e non ci pensano neppure a farlo. E i restanti si sono già venduti. Tanto vale trasformare i propri limiti in gesti meravigliosi: le aspirazioni, prima di questa totale degenerazione, erano completamente soddisfatte. Anche i nostri sogni ora sono solo part-time

La competenza raffinata e intensa di una qualsiasi attività non esiste più: il fate ciò che volete ma fatelo bene non sembra essere una prerogativa della società moderna.

L’uomo si è perso nei social, nelle affermazioni banali, nei luoghi comuni, nelle affermazioni di comodo e nelle maschere che ci obbligano ad indossare per scendere a compromessi. Ritrovare la propria originalità sarebbe la più vera e grande evoluzione.

http://www.molfettalive.it/news/Cultura/422757/news.aspx

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...