Storia mitica della ragazza che sfidò la mafia, la sua è una storia straordinaria, una storia da film. Vera Pegna la racconterà di persona presentando il libro “Tempo di lupi e comunisti” a Molfetta Lunedì 7 marzo ore 19,30 Libreria Il Ghigno

 

Storia mitica della ragazza che sfidò la mafia, la sua è una storia straordinaria, una storia da film. Vera Pegna la racconterà di persona presentando il libro “Tempo di lupi e comunisti”il saggiatore editore a Molfetta (Bari) Lunedì 7 marzo ore 19,30 Libreria Il Ghigno un mare di storie

E’sempre tempo di donne e che donne …….. a Molfetta per la giornata delle donne

Pegna Vera

“Tempo di lupi e di comunisti” La storia mitica della ragazza che sfidò la mafia

È il 1962. A Caccamo, poche anime nell’entroterra palermitano, il boss don Peppino Panzeca siede comodo davanti alla sezione del Pci, pronto a intimidire chiunque voglia entrarvi. Qualcuno sta montando un altoparlante sul balcone. D’un tratto spunta una ragazza, che agguanta il microfono: «Prova, prova, per don Peppino. Se rimane seduto davanti a noi, allora è vero che è un mafioso; e se è così, allora gli chiedo di alzare gli occhi e sorridere ché gli voglio fare la fotografia». Paura e sgomento attraversano la piazza, insieme a una domanda: chi è quella fimmina tinta che osa sfidare con tale baldanza il potere mafioso? Quella ragazza ventottenne, arrivata al volante di una Topolino targata Ginevra, si chiama Vera Pegna. La sua è una storia straordinaria, una storia da film. Nata in una famiglia antifascista, in cui si è sempre parlato di libertà e giustizia, Vera vuole fare di più, sporcarsi le mani. Decide di partire per Partinico e seguire l’attività del Centro studi di Danilo Dolci, «il Gandhi siciliano», per poi presentarsi al cospetto della Federazione palermitana del Partito comunista: non so nulla di politica, dice, ma fatemi fare qualcosa di utile. C’è da salvare Caccamo, è la risposta, in mano alla mafia collusa con il potere politico. L’arrivo di Vera è un terremoto. È lei che arringa la gente strada per strada, che scrive a mano i volantini di protesta, che discute con i mezzadri per un’equa divisione dei prodotti. È sempre lei che parla di diritti e dignità alle donne ferme in ascolto dietro le persiane chiuse. Finalmente, anche i suoi compagni possono essere comunisti davvero, uscendo allo scoperto e denunciando i soprusi, per aggiungere concretezza all’ideale politico, per dare il buon esempio contro omertà e immobilismo. Nell’incredulità generale, il coraggio e il lavoro indefesso di Vera e di tutta la sezione vengono premiati: alle elezioni amministrative il Pci conquista ottocento voti e quattro seggi su trenta, formando per la prima volta dopo decenni un fronte d’opposizione in consiglio comunale. Cinquant’anni dopo, richiamata dai giovani che hanno ascoltato il racconto della sua vita mitica dai padri e dai nonni, Vera Pegna torna al «suo» paese, scoprendo che è cambiato, che la sua determinazione ha dato frutti eccellenti nella lotta per la democrazia e la libertà, ma che ancora molto c’è da fare. Sullo sfondo di una Sicilia rurale e remota, eppure così familiare, di morti sparati e silenzi colpevoli, Tempo di lupi e di comunisti è la storia vera di una donna vulcanica e agguerrita, di un Peppino Impastato al femminile che non ha mai smesso di combattere a fianco degli oppressi, per cercare la verità.

Vera Pegna nasce ad Alessandria d’Egitto nel 1934. Dopo la laurea in lingue straniere a Ginevra, nel 1962 entra a far parte della Federazione comunista di Palermo, per poi divenire consigliere comunale a Caccamo, nei pressi di Termini Imerese. Tempo di lupi e di comunisti raccoglie le memorie del suo impegno politico, dagli anni sessanta fino a oggi.

Il Ghigno Libreria Molfetta presso Il Ghigno – Un mare di storieMolfetta, Italia  Vera Pegna e la sua storia da film , la ragazza che sfidò la mafia a mani nude a Molfetta per la giornata delle donne Seguiteci su faceb https://www.facebook.com/events/505894802927277/?active_tab=highlights

#InvernoLetterario Libreria Il Ghigno un mare di storie Molfetta https://ilghignolibreria.wordpress.com/2016/02/29/storia-mitica-della-ragazza-che-sfido-la-mafia-la-sua-e-una-storia-straordinaria-una-storia-da-film-vera-pegna-la-raccontera-di-persona-presentando-il-libro-tempo-di-lupi-e-comunisti/

 

Listener

Il Ghigno Libreria un mare di storie
Dal 1981
Libreria d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità
Consigliata da 0 a 99 anni
Via Salepico 47 Molfetta
080-3971365, 348-6053554
ilghignolibreria@gmail.com

Il Ghigno – Un mare di storie Pagina Faceb
https://ilghignolibreria.wordpress.com/

Le foto della serata le trovate tutte al seguente indirizzo faceb https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1149720328385518.1073741855.926344577389762&type=3

Ci ritroviamo in una ventina di persone, fra cui parecchi giovani. Parliamo del primo maggio, di Turiddu Carnevale, del lavoro e delle elezioni, del comunismo e del mondo migliore che vogliamo costruire.
Il prof Pappagallo legge dal libro “Tempo di lupi e comunisti” di e con Vera Pegna

#Un incontro speciale con Vera Pegna e voi lettori!

Sono sempre felice di questi incontri, che rappresentano un dialogo aperto con persone e realtà differenti che non conosco. Vera Pegna al libro “Tempo di lupi e comunisti” Vera Pegna

Parole e riflessioni grazie Vera

Che donne e che incontro grazie a Vera Pegna!

Dedica di Vera Pegna per la libreria il Ghigno e i librai

Care persone, bella libreria, incontro felice.

Grazie e speriamo di vederci presto.
Vera Pegna per la libreria il Ghigno i suoi librai Il Ghigno Libreria Molfetta

#Autografato anche il manifesto dalla nostra Vera!

 

Vera Pegna al Cafiero tra cultura e impegno
#Parlano di noi #Rassegnastampa
Ilghignounmaredistorie LibreriaMolfetta
Grazie a Giuseppe Dimiccoli

Grazie Vera, un incontro che al Liceo Cafiero non dimenticheremo. Prof Silvia Grima

Vera Pegna
Progetto Incontro con l’autore
Grazie a Sebastiano Lavecchia

 

Intervista a Vera Pegna, autrice di “Tempo di lupi e comunisti”.

 

Vera Pegna per l’8 marzo la giornata internazionale della donna Libreria Il Ghigno Molfetta

“Per tutte le violenze consumate su di Lei,
per tutte le umiliazioni che ha subìto,
per il suo corpo che avete sfruttato,
per la sua intelligenza che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,
per la libertà che le avete negato,
per la bocca che le avete tappato,
per le ali che le avete tagliato,
per tutto questo:
in piedi Signori,
davanti a una Donna!”

– William Shakespeare

 

MOLFETTA – MERCOLEDÌ 09 MARZO 2016CULTURA

“Sono ritornata a Caccamo e lì ho raccontato la loro storia. Una storia che non conoscevano”

Vera Pegna al tempo dei lupi e dei comunisti

La presentazione del libro si è svolta lunedì nella libreria “Il Ghigno”

di VALERIA BELLIFEMINE
Vera Pegna, nel corso della presentazione del suo libro a "Il Ghigno"
Vera Pegna, nel corso della presentazione del suo libro a “Il Ghigno” © molfettalive.it

“Tempo di lupi e di comunisti”. Titolo di un libro, ma plastica immagine che spinge a capire cose. A spiegarcele è lei, Vera Pegna, autrice di quest’opera ed ex militante del Pci. La presentazione del libro è andata in scena alla libreria molfettese “Il Ghigno” e ci ha immersi in una realtà lontana nel tempo, in una città rurale, Caccamo, in cui accadono cose fuori dal comune e dalla quotidianità.

L’Eca, l’ente comunale di assistenza del quale usufruivano i più bisognosi della città, presieduto da monsignor Teotista Panzeca, la mente mafiosa dell’epoca, aiutava i cittadini non in base alla necessità ma a quanto fossero legati alla mafia; i signori feudali, che al mattino si trovavano per iniziare i lavori nei campi non coinvolgevano nell’operato i comunisti.

I comunisti erano fatti fuori da qualsiasi tipo di organizzazione. E poi c’era stata la morte, “un tema ricorrente nel libro” come affermerà la stessa Pegna, di Filippo Intili a colpi d’accetta per mano mafiosa. E tanti altri fatti detti sottovoce, col timore di essere ascoltati.

All’interno di questo baluardo occidentale della mafia, nessun cittadino parlava e chi parlava e militava nel PCI veniva fatto fuori. L’omertà regnava sovrana tra le stradine di Caccamo ed era il punto di forza delle organizzazioni malavitose.

Era il 1962 e appena ventottenne Vera Pegna decise fermamente di fare una lista del PC, una scelta coraggiosa se si tiene conto che Don Peppino Panzeca, il mafioso che controllava il territorio, sedeva di fronte al partito del PC per intimorire chi provasse solo ad avvicinarsi e chi volesse creare l’opposizione.

E allora, con tutta la sua incoscienza e senso di giustizia, Vera Pegna prese un megafono: “Per don Peppino. Se rimane seduto davanti a noi, allora è vero che è un mafioso”. Panzeca scappò e si nascose in una macelleria. Sarebbe uscito dalla porta retrostante.

I comunisti ottennero quattro sedie in Consiglio comunale e crearono l’opposizione: vinsero la battaglia ma col tempo il loro operato fu bloccato. E Vera Pegna andò via dalla Sicilia in direzione nord Italia.

Una storia del tutto attuale, che insegna ai giovani che combattere contro un fenomeno così radicato e noto come la mafia è possibile, come racconterà ai ragazzi del PD di Caccamo dove è ritornata più volte, ai quali elenca gli eroi umili asfaltati dalla malavita del luogo, gli esempi dei loro genitori, e mostra l’intransigenza come atteggiamento per sconfiggerla.

La paura e l’indifferenza del popolo sono i punti di forza della mafia che, togliendo i diritti necessari all’uomo, si ricopre di favori fino a distruggere la libertà del singolo e costringerlo a collaborare, a ripagare il debito nei loro confronti.

Ma in una società così all’avanguardia come la nostra, i lupi esistono ancora? Certo, magari sotto forme differenti. E i comunisti, quelli che all’epoca avevano combattuto contro il nemico del popolo, sono disposti ad alzarsi e cacciare il male che si insidia con violenza e ignoranza negli uomini? Con queste domande, Vera Pegna apre e chiude la sua esperienza personale, che è diventata una storia corale. La storia sconosciuta che da forza a chi la mafia non la teme, ma vuole distruggerla.

http://www.molfettalive.it/news/Cultura/416168/news.aspx

 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...