Corrado De Bari presenta “La forza dei fragili”

Intermedia Edizioni e la Libreria Il Ghigno presentano il libro di Corrado  De Bari “La forza dei fragili” Molfetta Venerdì 8 gennaio 2016 Libreria  Il Ghigno ore 19,30 via G. Salepico 47 Moderatore Prof Michele De Chirico

Scritture di Puglia

Pagina faceb del libro e dell’autore
https://www.facebook.com/La-forza-dei-fragili-Corrado-de-Bari-388922504631543/?fref=ts

 

Seguiteci su faceb https://www.facebook.com/events/194278140921752/?fref=ts e altri eventi e altre storie 

 

MOLFETTA – DOMENICA 10 GENNAIO 2016 CULTURA

Moderatore è stato il docente Michele De Chirico

La forza dei fragili, la vittoria di Corrado e di suo figlio “Ema”

Il libro di Corrado De Bari presentato venerdì alla libreria Il Ghigno

di SERENA ABBATTISTA
Corrado ed Ema, padre e figlio
Corrado ed Ema, padre e figlio © n.c.

La forza dei fragili. Un titolo ma anche un messaggio. Venerdì la libreria molfettese “Il Ghigno“ ha inaugurato l’inverno letterario presentando il libro del molfettese Corrado de Bari che pone al centro dell’attenzione proprio la capacità dei più deboli di saper esprimere con orgoglio la propria forza.

L’incontro è stato moderato dal docente Michele de Chirico, che ha presentato il libro permettendoci di entrare sin da subito nel cuore della vicenda.

L’ossimoro “La forza dei fragili“ esprime totalmente l’essenza di questa autobiografia. Il protagonista, Corrado, si rivolge al lettore con semplicità e profondità. Racconta la sua vita, la sua esperienza, e mostra come questa sia cambiata dopo la nascita di suo figlio Emanuele, affetto da sindrome di Asperger, disturbo legato all’autismo.

Un percorso sconvolgente e coinvolgente di un padre che evita lo scoglio del vittimismo e della critica alla sanità italiana, e che, invece, incentra tutte le sue forze per dimostrare quanto coraggio e quanto amore abbia caratterizzato la sua storia.

Una storia che vede il coinvolgimento di più coprotagonisti, come la maestra di sostegno, o la sorellina di Emanuele, Noemi, che hanno contribuito a far rinascere più volte “Ema“, a farlo ripartire dopo un errore, a indirizzarlo verso il duro percorso della vita.

Emanuele, un ragazzo oggi di tredici anni, che frequenta la scuola media, che eccelle a scuola nelle materie linguistiche, che segue lezioni di pianoforte, che lega, a modo suo, con gli amici che lo amano e lo supportano.

Emanuele, un ragazzo che attraverso la sua storia sensibilizza e mostra come la “diversità” sia un pregio  da vivere, da rispettare, da amare. http://www.molfettalive.it/news/Cultura/407745/news.aspx

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...