Libri al cinema a settembre

Le prossime uscite nelle sale cinematografiche ispirate a romanzi, biografie e storie vere. Buona visione e buona lettura!

Trilogia della città di K. di Agota Kristof (Einaudi, 2014) nelle sale il film “Il grande quaderno dal 27 agosto.

Quando “Il grande quaderno” apparve in Francia a metà degli anni Ottanta, fu una sorpresa. La sconosciuta autrice ungherese rivela un temperamento raro in Occidente: duro, capace di guardare alle tragedie con quieta disperazione. In un Paese occupato dalle armate straniere, due gemelli, Lucas e Klaus, scelgono due destini diversi: Lucas resta in patria, Klaus fugge nel mondo cosiddetto libero. E quando si ritroveranno, dovranno affrontare un Paese di macerie morali. Storia di formazione, la “Trilogia della città di K” ritrae un’epoca che sembra produrre soltanto la deformazione del mondo e degli uomini, e ci costringe a interrogarci su responsabilità storiche ancora oscure.
  
Città di carta di John Green (Rizzoli, 2015)
Dal 3 settembre al cinema.Quentin Jacobsen è sempre stato in­namorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembra­va essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.
 
ANT-MAN La Storia Illustrata del Film (Marvel, 2015)
dal 12 agosto nelle sale.Il libro, splendidamente illustrato a colori, racconta la storia del nuovo emozionante film Marvel, dedicato ad Ant Man.
Via dalla pazza folla (Far From the Madding Crowd) di Thomas Hardy(Garzanti, 2002)
Dal 17 settembre al cinema.
A scarnirlo dalla meravigliosa tessitura in cui è intrecciato – scrive Attilio Bertolucci – il romanzo presenta la struttura semplice, quasi elementare, delle ballate popolari… O del melodramma, verrebbe voglia di aggiungere: non manca neppure il basso continuo del coro villereccio, con voci soliste che di tanto in tanto se ne escono fuori in effetti, per lo più comici, irresistibili. Ma come si fa a scarnirlo, se si è continuamente presi nell’incantagione della sua musica e dei suoi colori, nel suo tempo lento, bradicardico, con appena qualche accelerata convulsa nei momenti tragici?”
Aria sottile di Jon Krakauer (Corbaccio, 1998). Presentato al Festival del cinema di Venezia il film Everest.
In uscita nelle sale cinematografiche il 24 settembre,Il 10 maggio 1996 una tempesta colse di sorpresa quattro spedizioni alpinistiche che si trovavano sulla cima dell’Everest. Morirono 9 alpinisti, incluse due delle migliori guide. Con questo libro, l’autore, che è uno dei fortunati che riuscirono a ridiscendere “la Montagna”, scrive non solo la cronaca di quella tragedia ma intende anche fornire importanti informazioni sulla storia e sulla tecnica delle ascensioni all’Everest. Offre inoltre un esame provocatorio delle motivazioni che stanno dietro alle ascensioni ad alta quota, nonché una drammatica testimonianza del perché quella tragedia si poteva evitare.

Black mass. L’ultimo gangster di Dick Lehr e Gerard o’Neill (Rizzoli, 2015)
Dal 1 ottobre al cinema.

Boston, 1975. La mafia italiana e la mafia irlandese si contendono il controllo della città. L’FBI però non sta esattamente dall’altra parte. Attraverso la storia di Whitey Bulger (boss assoluto della mafia irlandese di Boston per oltre vent’anni, arrestato nel 2011 dopo essere stato per anni la seconda persona più ricercata degli Usa dopo Bin Laden) e John Connolly, agente FBI – coetanei, irlandesi, cresciuti insieme a South Boston – capiamo che l’FBI, per la mafia irlandese non è un nemico. Semmai un alleato di cui Bulger si serve per eliminare gli italiani. Fino a quando, negli anni Ottanta, arriva a Boston un avvocato tanto ambizioso quanto capace: solo grazie a lui nel 1998 si arriva al grande processo.

Maze runner – La fuga di James Dashner (Fanucci, 2015)
Dal 1 ottobre al cinema.

La lunga marcia che la malefica organizzazione denominata C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i pochi sopravvissuti che tiene prigionieri, i Radurai, attraverso la Zona Bruciata. La squallida landa inaridita da un sole accecante è sferzata da tempeste di fulmini, e popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombi assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure.
Suburra di Carlo Bonini e Giancarlo di Cataldo (Einaudi, 2013)
Dal 15 ottobre al cinema.Roma, 2011. La malavita romana si prepara a mettere le mani sull’affare del secolo: il Grande Progetto, gigantesca speculazione edilizia che seppellirà sotto il cemento le periferie Est e Sud della capitale. L’affare coinvolge politicanti, alti prelati, amministratori. Spadino, piccolo spacciatore, cerca di fare il salto di qualità ricattando l’onorevole Malgradi. Ma a Roma le bande si sono spartite il territorio, e non c’è spazio per un cane sciolto come lui. Spadino viene ucciso dal boss di Ostia Ponente, Er Nummero Otto. La sua morte suona però come una dichiarazione di guerra, che infatti esplode fra le bande di Ostia e Cinecittà. Il Grande Progetto rischia di saltare. Ecco perché deve scendere in campo il Samurai, l’ultimo erede della vecchia Banda della Magliana: un nazista convertito al crimine, spietato e intelligentissimo. A indagare sulla mattanza è però chiamata una sua vecchia conoscenza, il colonnello dei carabinieri Malatesta, che dovrà guardarsi non solo dai nemici, ma soprattutto dal “fuoco amico” di superiori corrotti, subordinati infedeli, pubblici ministeri incapaci…

Io che amo solo te di Luca Bianchini (Mondadori, 2014)
dal 29 ottobre al cinema.

Ninella ha cinquant’anni e un grande amore, don Mimì, con cui non si è potuta sposare. Ma il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia si fidanza proprio con il figlio dell’uomo che ha sempre sognato, e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Il matrimonio di Chiara e Damiano si trasforma così in un vero e proprio evento per Polignano a Mare, paese bianco e arroccato in uno degli angoli più magici della Puglia. Gli occhi dei 287 invitati non saranno però puntati sugli sposi, ma sui loro genitori. Ninella è la sarta più bella del paese, e da quando è rimasta vedova sta sempre in casa a cucire, cucinare e guardare il mare. In realtà è un vulcano solo temporaneamente spento. Don Mimì, dietro i baffi e i silenzi, nasconde l’inquieto desiderio di riavere quella donna solo per sé…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...