Nuovi appuntamenti di #StorieItaliane 2015

    

FESTIVAL STORIE ITALIANe

 TERZA EDIZIONE 2015

  UN INTRECCIO DI RACCONTI PER LEGGERE QUELLO CHE ERAVAMO,CHE  SIAMO E CHE SAREMO

      GIOVEDI’ 25 giugno    

                  DALLE ORE 19,00

PER I PICCOLI “LETTORI IN ERBA CRESCONO”

   Galleria Patrioti Molfettesi antistante libreria Il Ghigno, altezza corso Umberto 61
        RAFFAELLA LEONE

      Insegnante e scrittrice

Racconta di “Un filo di lana rosso” edizioni Secop

 Storie Italiane

Il primo festival di letteratura alla sua terza edizione

Parte con la sezione dedicata ai bambini e ai ragazzi.

Si salpa tutti in libreria o in galleria per un mare di storie

Incontri con gli autori, laboratori, letture drammatizzate per tutta l’estate. P.s. prenotatevi prima dell’esaurimento dei posto a bordo. Pronti per un tuffo in un mare di storie! 

                                

-1 Appuntamento sabato 20 giugno ore 19,00 Letti di notte, la notte del libro e della lettura in tutta Italia. Spegni la luce, accendi la notte, vieni con in libreria o meglio in galleria.

“Le avventure di Pinocchio” storia di un burattino di Carlo Collodi raccontate da Francesco Tamburini e Simonetta Guidotti.

Mostra delle tavole dell’illustratore Marco Miot e interazioni di Giuliano Maroccini.

Mostra “Leggevo che ero” Ritratti con libro d’infanzia. A cura della rivista “Andersen” il mondo dell’infanzia e Bologna fiere – Bologna Children’s Book Fair.

 

-2 Appuntamento Giovedì 25 giugno 2015 ore 19,00

Raffaella Leone presenta “Un filo di lana rosso” Secop ediz + laboratorio espressivo per i bambini dai 5 anni-8 anni

 Eccoci pronti per la seconda giornata, 25 giugno con il 4° incontro con la presenza di Raffaella Leone con “Un filo di lana rosso” edizioni Secop dedicato ai “giovani Lettori in erba crescono”

-3 Appuntamento Martedì 30 giugno ore 19,00

Paolo Commentale attore, regista presenta “Otello, cane d’aprile” Manni ediz per i piccoli dai 7 anni in su

 

Gli incontri si svolgeranno tutti nella galleria Patrioti Molfettesi, zona antistante libreria il Ghigno, Corso Umberto altezza numero 61, in caso di pioggia gli eventi si svolgeranno in libreria.

 

E a seguire tanti altri appuntamenti per i piccoli lettori… 

Vi aspettiamo tutte e tutti!  

 

Libreria Il ghigno – “un mare di storie” consigliata da 0 a 99 anni Dal 1981 libreria d’autore via Salepico 47 Molfetta 0803971365

 

FESTIVAL STORIE ITALIANE

      TERZA EDIZIONE 2015

  UN INTRECCIO DI RACCONTI PER LEGGERE QUELLO CHE ERAVAMO, CHE sIAMO E CHE SAREMO

         VENERDI’26 GIUGNO    

                ore 19,00

      DAVIDE POTENTE

          scrittore

          DAL SALONE DEL LIBRO DI TORINO

      DOPO LA MENZIONE AL PREMIO CALVINO

 

    “Qualcosa da perdere”

“La nostra generazione non fa la differenza, al massimo la differenziata”

https://www.facebook.com/events/576549902484954/

   CON IL PROF GIULIO ANTONIO MANCINO

   PROF UNIVERSITA’ DI BARI &CRITICO CINEMATOGRAFICO

  galleria patrioti molfettesi

             zona antistante

           libreria il ghigno       ALL’ALTEZZA CORSO UMBERTO 61

Storie Italiane, il primo festival di letteratura a Molfetta
https://storieitalianeilprimofestivaldiletteraturamolfetta.wordpress.com/

Presentazione del romanzo “Qualcosa da perdere” di Davide Potente (ExCogita), pubblicato in occasione dello scorso Salone del Libro di Torino, segnalato al Premio Calvino 2014 “per la brillante ironia con cui affronta, attraverso tre personaggi, l’odierna realtà del precariato e dell’inaffidabilità accademica” e definito dallo stesso comitato di lettura “un manifesto dello scetticismo, sottilmente disperato, delle nuove generazioni”.

Quarta di copertina:
Se questo romanzo fosse una bibita, sarebbe un’acqua tonica: fresco e amarognolo, velato da un cinismo provocatorio, tratteggia in chiaroscuro la vita di un gruppo di neo-laureati in equilibrio tra un presente incerto e un futuro che gioca a nascondino. La tesi alle spalle, un appartamento in comune, la moka, una pallina da tennis che rimbalza contro la parete, un pesciolino radioattivo e una rete wi-fi che scompare: perché essere connessi con il mondo ha un suo prezzo. La ricerca di un lavoro è il punto da cui partire, che ben presto si trasforma in un punto di domanda, nel tentativo di trovare qualcosa: qualcosa da perdere.  https://www.facebook.com/pages/Qualcosa-da-perdere/1581265075460350

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...