20 BUONE RAGIONI PER REGALARE UN LIBRO A UN BAMBINO

20 BUONE RAGIONI PER REGALARE UN LIBRO A UN BAMBINO,
facciamo nostro il manifesto di @topipittori!

Perché se è piccolo, diventi grande e, se è grande, torni piccolo.
Perché un libro è leggero, anche se pesa.
Perché un libro è la prova dell’esistenza dell’invisibile.
Perché degli ignoranti non se ne può più.
Per divertirlo, come ti sei divertito tu.
Perché se hai azzeccato la scelta, ti ricorderà per tutta la vita, te e il libro.
Per spiazzarlo!
Perché poi te ne regalerà uno lui, bellissimo.
Per fare un dispetto a chi sogna un paese di analfabeti.
Per dirgli che con le parole può fare un sacco di cose interessanti.
Perché in una pagina non c’è tutto quello che c’è fra la terra e il cielo, ma abbastanza da non perdere la speranza.
Perché se non sai fare i pacchetti, è la cosa più facile da incartare.
Perché i libri si regalano solo a quelli in cui si ha fiducia.
Perché se legge un libro, poi può leggere una nuvola, n gatto, un albero, una persona.
Per regalargli un momento di silenzio, dentro e fuori di lui.
Per fargli frequentare esseri e cose che non avrà mai la possibilità di incontrare di persona.
Perché cos’altro regalare a chi capisce e vede tutto?
Perché ha la capacità di trasformare il piombo in oro.
Perché gli vuoi troppo bene per regalargli qualsiasi altra cosa.
Perché hai pochi soldi, e vuoi fargli un regalo bellissimo.

Venti buone ragioni per regalare un libro a un bambino

La stanza dei grafici

La casa editrice di Milano Topipittori ha realizzato una serie di cartoline natalizie sull’importanza di regalare libri ai bambini.

Uno dei motivi, si legge sul blog della casa editrice, è che secondo uno studio recente, i bambini sotto i due anni nati in una famiglia povera sentono ogni giorno in media 670 parole.

“Un bambino nato in una famiglia benestante, invece, ne sente fino a 12mila. Questo risultato evidenzia una forte correlazione fra la recettività del vocabolario dei più piccoli e le capacità di lettura dei ragazzini, perché chi sente più parole è in grado di capire più velocemente, accumula un vocabolario più ampio e farà meno fatica a imparare a leggere e a scrivere. C’è bisogno di dire altro? Regalate parole ai bambini, e non solo ai vostri o a quelli che avete vicini, ma a tutti”.

La grafica del progetto è di Giulia Sagramola. (mre)

mercoledì 11 dicembre 2013

Regalare parole, regalare futuro

Il 13 dicembre 2012, pensando a un invito natalizio a regalare libri ai bambini (e non solo i nostri), ci venne  l’idea delle 20 buone ragioni per regalare un libro a un bambino. Il post ebbe enorme successo, migliaia di visite e grande aprezzamento.
Al punto che, valutandone il riscontro imprevisto, decidemmo che, a partire da quel testo, in occasione della Fiera di Bologna avremmo realizzato una serie di cartoline. Affidammo la grafica del progetto a Giulia Sagramola, che rese quelle parole una vera e propria festa per gli occhi.
Oggi, a quasi un anno di distanza, vi proponiamo tutte e 20 (più una copertina) le Buone ragioni nella versione di Giulia.

La seconda ragione è questa: in un articolo uscito qualche giorno su dDonna di Repubblicasi legge che indagini recenti indicano che, sotto i due anni, un bambino nato in una famiglia povera sente ogni giorno in media 670 parole a lui dirette. Un bambino nato in una famiglia benestante, invece, ne sente fino a 12 mila. Questo risultato evidenzia una forte correlazione fra la recettività del vocabolario dei più piccoli e le capacità di lettura dei ragazzini, perché chi sente più parole è in grado di capire più velocemente, accumula un vocabolario più ampio e farà meno fatica a imparare a leggere e a scrivere.


C’è bisogno di dire altro? Regalate parole ai bambini, e non solo ai vostri o a quelli che avete vicini, ma a tutti. Regalatele dove le parole amano abitare, come nelle scuole e nelle biblioteche, ma anche dove sono poco
di casa, e non abbiate timore a farlo, magari pensando che prima viene il necessario e poi il superfluo, ascrivendo le parole a quest’ultimo ambito. Non è così: pensate a Jella Lepman e alla sua colossale, lungimirante impresa. Regalate le parole sotto forma di libri, sì, ma anche di letture, riflessioni, pensieri, conversazioni, storie. Regalare parole significa regalare futuro, non solo ai bambini, ma a tutti, anche a noi stessi.

da http://topipittori.blogspot.it/2013/12/regalare-parole-regalare-futuro.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...