Serie Tv da leggere

  FINCHÈ NON CALA IL BUIO di Charlie Harris (Fazi, 2009)

Il primo romanzo che ha ispirato la serie TRUE BLOOD. Grazie all’invenzione di un sangue sintetico, i vampiri si sono trasformati da mostri leggendari in semplici cittadini che amano andarsene in giro di notte. Gli esseri umani, dunque, non dovrebbero più fare parte della loro “dieta”. Molti continuano però a temere la presenza di queste creature “che spuntano fuori dalla bare”. Capi religiosi e governanti di tutto il mondo hanno compiuto le loro scelte riguardo alla politica da adottare: ma nella cittadina di Bon Temps, in Louisiana, non è stata ancora presa una decisione definitiva. Sookie Stackhouse, che a Bon Temps fa la cameriera in un bar, sa cosa significa essere emarginati.

DEXTER– IL VENDICATORE di Jeff Lindsay (Mondadori, 2011)

La storia ruota intorno al personaggio di Dexter Morgan, all’apparenza un tranquillo tecnico della polizia scientifica di Miami, in realtà un feroce e spietato serial killer, che però agisce seguendo un proprio rigoroso codice: uccidere soltanto criminali che sono sfuggiti alla giustizia.
Nel primo capitolo: un serial killer, forse ancora più micidiale di Dexter, invade il suo territorio terrorizzando le prostitute di Miami con scherzi di pessimo gusto e mandando messaggi allo stesso Dexter. Che a questo punto non ha scelta: deve accettare la sfida. E la caccia comincia…
    ORANGE IS THE NEW BLACK di Piper Kerman (Rizzoli, 2014)
Piper ha una vita (quasi) perfetta: bella ed elegante, imprenditrice, vive a New York con il fidanzato Larry, che sta per chiederle di sposarlo. Ma dieci anni prima, quando voleva fare a pezzi la sua immagine di brava ragazza, era disposta a tutto: anche a flirtare con una compagna di college e a farsi coinvolgere nei suoi traffici di denaro e droga. Per questa vecchia storia che credeva sepolta, Piper si ritrova improvvisamente a dover scontare quindici mesi di carcere in una prigione federale. Scoprirà sulla sua pelle che dietro le divise arancioni tutte uguali delle sue compagne ci sono persone con storie terribili, dovrà lottare per sopravvivere e fare i conti con dei lati di se stessa che non avrebbe nemmeno potuto immaginare.

  HEAT WAVE di Richard Castle (Fazi, 2013). In tv con la serie Castle.

Nikki Heat, una brillante, bellissima poliziotta della squadra omicidi di New York, si trova a indagare su una sconcertante serie di delitti nel mondo della finanza. Ma la vera sfida, per lei, sarà tollerare la presunta collaborazione del giornalista premio Pulitzer Jameson Rook. Nel frattempo, la città viene messa a ferro e fuoco da un’anomala ondata di caldo, che rende le cose sempre più difficili.

  HOUSE OF CARDS di Michael Dobbs (Fazi, 2014)

House of cards, il romanzo più famoso di Michael Dobbs, pubblicato per la prima volta nel 1989, è ancora considerato il thriller politico per eccellenza. Incentrato sulla vita e l’inesauribile ambizione del politico machiavellico Francis Urquhart, il romanzo fu già adattato negli anni Novanta dalla BBC ricevendo un enorme successo di pubblico e critica. Ora, nella più recente versione USA il Parlamento inglese viene sostituito dal Campidoglio americano per narrare la storia trasversale e universale della corruzione attraverso le vicende della politica statunitense. Nel romanzo, invece, la storia è ambientata in Inghilterra, durante i mesi immediatamente successivi all’ennesima rielezione del primo ministro già in carica. Francis Urquhart, il Chief Whip (il capo di Gabinetto) del governo in carica, è ben deciso ad utilizzare tutte le armi in suo potere per rovesciare il governo ed assumere la carica di primo ministro.
   GOMORRA di Roberto Saviano (Mondadori, 2010)
Un libro che racconta il potere della camorra, la sua affermazione economica e finanziaria, e la sua potenza militare, la sua metamorfosi in comitato d’affari. Una scrittura in prima persona fatta dal luogo degli agguati, nei negozi e nelle fabbriche dei clan, raccogliendo testimonianze e leggende. La storia parte dalla guerra di Secondigliano, dall’ascesa del gruppo Di Lauro al conflitto interno che ha generato 80 morti in poco più di un mese. Una narrazione-reportage che svela i misteri del “Sistema” (così gli affiliati parlano della camorra, termine che nessuno più usa), di un’organizzazione poco conosciuta, creduta sconfitta e che nel silenzio è diventata potentissima superando Cosa Nostra per numero di affiliati e giro d’affari.

  IL TRONO DI SPADE di George R.R. Martin (Mondadori, 2013)

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L’ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all’ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all’estremo Nord, la Barriera – una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei – sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono allora quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita, o il senno, a chi ha la mala sorte di incontrarli? La fine della lunga estate è vicina, l’inverno sta arrivando e non durerà poco: solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre.

  THE RETURNED di Jason Mott (Mondadori, 2013)

Per Harold e Lucille Hargrave la vita è stata felice e amara allo stesso tempo, da quando hanno perso il figlio Jacob il giorno del suo ottavo compleanno, nel 1966. In tutti questi anni, si sono adattati a una vita tranquilla, senza di lui, lasciando che il tempo alleviasse il dolore… Finché un giorno Jacob, il loro dolce, prezioso bambino, misteriosamente, ricompare alla loro porta, in carne e ossa. E ha ancora otto anni. In tutto il mondo i morti stanno tornando dall’aldilà. Mentre il caos rischia di travolgere il mondo intero, la famiglia Hargrave di nuovo riunita si ritrova al centro di una comunità sull’orlo del collasso, costretta a fare i conti con una realtà nuova quanto misteriosa e con un conflitto che minaccia di sovvertire il significato stesso di genere umano.

  UNO STUDIO IN ROSSO di Arthur Conan Doyle (Mondadori, 2004)

Il 1887 rappresenta una data di grande importanza nella storia della letteratura poliziesca. Nel novembre di quell’anno, infatti, Arthur Conan Doyle, all’epoca uno sconosciuto medico di periferia, dava alle stampe Uno studio in rosso, il romanzo che vedeva l’esordio di due tra i più famosi personaggi letterari di tutti i tempi: il dottor Watson, sotto le cui modeste spoglie si nascondeva un alter ego dell’autore, e il geniale e inimitabile Sherlock Holmes, il detective per antonomasia.
In tv è stata trasmessa la serie Sherlock liberamente isp

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...