Piacciono ai librai

CON PAROLE PRECISE, di Gianrico Carofiglio. Piace ai librai perché «Non è possibile pensare con chiarezza se non si è capaci di parlare e scrivere con chiarezza»

«Posso capire quanto sia doloroso essere rifiutati. Quando ti feriscono, magari succede che erigi un muro emozionale intorno al cuore. Ma a un certo punto riesci a rimetterti in piedi e ad andare avanti. È questo tipo di storia che volevo scrivere». Murakami Haruki

Il desiderio di essere come tutti scommette di riuscire a raccontare, intrecciando personale e politico, tutto ciò che concorre a fare di noi quello che oggi siamo. E ci riesce.

Piace ai librai perché, a cinquant’anni dalla prima pubblicazione, Ragazze di campagna, di Edna O’Brien, mantiene intatta quella caratteristica che fa un romanzo degno di appartenere alla letteratura: l’essenzialità

Via XX Settembre, di Simonetta Agnello Hornby, Feltrinelli, è un viaggio nella memoria, che svela dove affondano le radici intime e culturali della scrittrice. E ai librai, quando si sentono condotti con grande maestria letteraria, piace molto viaggiare nelle vite degli altri.

Piace ai librai La costola di Adamo, di Antonio Manzini, Sellerio. Per il pregio di una scrittura asciutta e ironica in un universo giallo a grave rischio di monotonia

Piace ai librai il nuovo libro di Julian Barnes, Livelli di vita, Einaudi. Perché è una storia d’aria e di terra, che chiunque abbia amato e sofferto dovrebbe leggere.
ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine
 Immagine
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...