Premio nazionale Nati per Leggere V edizione, anno 2014, i libri vincitori

V edizione 2014

Sono stati scelti dalla Giuria presieduta da Rita Valentino Merletti
(studiosa di letteratura per l’infanzia) e formata da esperti di
letteratura infantile, pedagogisti, bibliotecari, educatori, pediatri,
librai e membri del coordinamento di Nati per Leggere.

Nicola GrossiÉmile JadoulNadine Brun-Cosme, Olivier Tallec e Tomi Ungerer, la Provincia di Cagliari e la pediatra Laura Olimpi sono i vincitoridella quinta edizione del Premio nazionale Nati per Leggere, riconoscimento che sostiene i migliori libri, progetti editoriali e progetti di promozione alla lettura per i più piccoli.

I vincitori saranno premiati lunedì 12 maggio 2014 alle ore 16,30 all’Arena del Bookstock Village del Salone Internazionale del Libro di Torino (quinto padiglione).

Per la sezione Nascere con i Libri (6-18 mesi) è stato decretato miglior libroLe Mani di Papà di Émile Jadoul (Babalibri) «per la delicatezza con cui gli autori raccontano come le mani di papà sanno accogliere, divertire, rassicurare, aiutare a crescere e avvolgere in un tenero abbraccio mamma e bebè».

Per la sezione Nascere con i Libri (18-36 mesi) il premio va a Orso, buco! dell’ autrice Nicola Grossi (Minibombo) «perché insieme a ritmi e suoni, forme e colori, l’autrice offre a ciascun bambino la libertà di immaginare, indagare e interpretare quanto sta dentro e oltre la storia».

La sezione Nascere con i Libri (3-6 anni) vede vincitore Lupo & Lupetto diNadine Brun-Cosme, testi, e Olivier Tallec, illustrazioni (Edizioni Clichy), «perché gli autori hanno saputo rendere palpabili le emozioni di un incontro imprevisto: la paura, le esitazioni, gli slanci generosi,l’attesa nel timore di una perdita, per poter riconoscere, infine, di aver bisogno l’uno dell’altro».

La sezione Crescere con i Libri (che nel giudizio sui libri dedicati al tema ?Io e l’altro. La scoperta di sé e degli altri nei libri per bambini? ha coinvolto anche i bambini tra 3 e 6 anni di età) nomina vincitore Crictor. Il serpente buono di Tomi Ungerer (ElectaKids-Mondadori, 2012), «perché una giuria di tremila bambini ha decretato che un grande autore rimane tale anche per le nuove generazioni e perché persino un boa constrictor quando riceve una buona accoglienza, sa dare il meglio di sé».

Crescere con i libri è il premio del pubblico e coinvolge anche i
bambini dai 3 ai 6 anni di età, i genitori e gli insegnanti. Il
meccanismo di questa sezione si sviluppa in più fasi. In un primo
momento le librerie e le biblioteche delle città partecipanti (Torino,
Roma, Iglesias-Carbonia, Foggia e Monza) segnalano i loro libri
preferiti sul tema “Io e l’altro. La scoperta di sé e degli altri nei
libri per bambini”. Successivamente il comitato organizzatore del Premio
sceglie i dieci titoli finalisti tra le segnalazioni pervenute. Da
gennaio a marzo 2014 nelle biblioteche, nei centri di lettura e nelle
scuole dell’infanzia delle città coinvolte si svolge il lavoro di
lettura ad alta voce e di confronto sui dieci libri finalisti, che
vengono proposti a bambini, genitori, educatori e insegnanti. Tutti,
dopo la lettura, sono invitati a esprimere il proprio giudizio. Per
l’anno 2015, le città che desiderano partecipare dovranno far pervenire
la propria adesione — che sarà valutata dai promotori del Premio —
entro il mese di maggio 2014.

Per l’anno 2015, le città che desiderano partecipare alla sezione “Crescere con i libri” dovranno far pervenire la propria adesione ? che sarà valutata dai promotori del Premio ? entro il mese di maggio 2014.

Per la sezione Reti di Libri (miglior progetto di promozione della lettura rivolto ai bambini tra 0 e 5 anni) ottiene il riconoscimento la Provincia di Cagliari, «per il capillare impegno profuso nel corso di oltre un decennio nell’orchestrare iniziative formative, informative e promozionali interpretando in modo consapevole e creativo lo spirito del progetto Nati per Leggere».

La sezione Pasquale Causa (pediatra che promuove presso le famiglie la pratica della lettura ad alta voce) decreta vincitrice Laura Olimpi, pediatra di famiglia ad Ascoli Piceno, «per la passione e la dedizione al progetto Nati per Leggere e per aver messo in campo, oltre alla sua indiscussa professionalità, la grande disponibilità a diffondere, difendere e ribadire i valori e gli obiettivi del progetto».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...