#1MarzoCompraUnLibro ! Flash mob letterario – il 1° marzo compriamo un libro per far vincere la cultura alla libreria il Ghigno un mare di storie a Molfetta

#1MarzoCompraUnLibro

Compiamo un gesto di civiltà e fiducia: il primo marzo andiamo tutti in libreria e compriamo un libro perché la cultura è l’unico modo per salvare il nostro paese.

Lets accomplish a gesture of civilization and faith: March 1st lets all go to a bookshop and buy a book, because culture is the only way to save our country.

È importante farlo tutti insieme!!

It’s important that we do it all together!!

Pensate che segnale enorme vedere tanta gente che tutta insieme va in libreria a comprare un libro!!

Think about the impact of seeing so many people all at once in a bookstore buying a book!

Un’iniziativa di CAFFEINA FESTIVAL

Caffeina, flash mob letterario: facciamo vincere la cultura

flashmobGLa cultura è il vero motore di questo Paese” è il motto della Fondazione Caffeina, nonché idea ispiratrice dell’evento “Il primo marzo compriamo un libro”. Obiettivo dell’iniziativa è quello di spingere ed invogliare quante più persone possibili ad investire personalmente sulla cultura, non con grandi gesti, ma con il semplice acquisto di un libro. Per questo motivo, ha preso il via un flash mob online, nato quasi per caso, e che comprende ad oggi quasi 50.000 partecipanti. Contemporaneamente, sono numerosissime le librerie che hanno deciso di aderire.

Non c’è niente di più appagante dell’acquisto e della lettura di un buon libro, e coloro che amano leggere lo sanno. Sfruttiamo, allora, quest’occasione per fare o farci un bel regalo, che sia sano, intelligente e positivo non solo per noi, ma anche per chi ci circonda e, soprattutto, per il nostro Paese.

1° marzo FlashMob letterario in tutta Italia

Sta per scattare Il flash mob letterario “Il 1° marzo compriamo un libro”. Perché partecipare? Ce lo spiega il Libraio in Persona: Patrizio Zurru. Come funziona? Ce lo racconta Carlotta Caroli della Fondazione Caffeina Cultura. 

Foto di Patrizia Traverso, autrice del libro «Preferisco leggere».Foto di Patrizia Traverso, autrice del libro «Preferisco leggere».

E quindi il primo marzo? Cosa conti di fare per l’evento ‪#‎facciamovincerelacultura‬ ?
Parteciperai anche tu al Flash Mob promosso da Caffeina?
Come dove?
Stai sempre col naso su facebook e twitter e non ti sei accorto che si stanno organizzando tutti quanti per cercare di sostenere le librerie e l’editoria italiana?

Ma, veramente non pensavo che ci fosse bisogno di un Flash Mob per far entrare le persone in libreria, pensavo fosse una cosa naturale, un’abitudine che ormai si è radicata nella mente di tutte le persone, come mangiare, vestirsi e andare al cinema, ascoltare musica e ballare in discoteca e prendere un caffè al bar.

E qui ti sbagli, andare al cinema ancora capita, mangiare e vestirsi lo fanno tutti, prendere un caffè non si può fare tramite internèt, ma comprare libri sì, e allora le librerie rischiano di scomparire.

E allora? Che problema c’è? Me ne vado sul sito e mi ordino quello che mi serve.

Certo, vai, vai, ma non capisci che andare in libreria è una cosa diversa? Puoi sfogliare i libri davvero, lo sai che i libri sono fatti anche di carta, lo sai che i librai non sono tutti spocchiosi sapientoni presuntuosi ma possono essere anche simpatici consigliatori e sconsigliatori? Ottimi cazzeggiatori con cui passare un po’ di tempo per parlare di storie, gusti, poesie e anche per sentire pettegolezzi su scrittori e case editrici? Questo lo trovi sulla pagina dove vai a scaricarti i libri?

Ehemm, forse no, forse se apro la pagina di vendita di libri trovo un sacco di bei libri, anzi, stranamente solo bei libri, anzi, ora che mi ci fai pensare solo libri eccezionali, e poi è vero, con chi parlo? Con un codice isbn? Con una recensione? Con chi cazzeggio? Mi sa che non posso neppure prendermi un caffè o bermi una birra con qualcuno, mi sa che devo fare tutto da solo, di fronte a uno schermo.

E allora sai che ti dico? Guarda questa pagina e cerca la libreria più vicino a te, guarda gli eventi che organizzano e cerca di incontrare gente, stacca il naso dal computer e immergilo fra pagine vere.

Patrizio Zurru

Cos’è l’iniziativa “Il primo marzo compriamo un libro”
e come funziona

Quando si dà retta alle idee belle, poi accadono cose straordinarie. Il flash mob letterario “Il 1° marzo compriamo un libro” è stata una di queste idee belle, nata un giorno qualunque, per caso, su Facebook. La Fondazione Caffeina, che ha lanciato l’evento, non si aspettava tutto quello che sta accadendo: quasi 80.000 partecipanti, migliaia di librerie in tutta Italia che hanno aderito al flash mob, promuovendolo, applicando sconti, organizzando altre iniziative. Una festa del libro nata dal basso, ecco cos’è attualmente “Il 1° marzo compriamo un libro”.

Come funziona: per prima cosa, si va sulla pagina dell’evento e si clicca “parteciperò”; poi, sabato 1° marzo si va in libreria muniti del segno di riconoscimento dei partecipanti al flash mob, ovvero un nastro bianco sui vestiti, e si compra un libro. Ad acquisto fatto, ci si fa una foto con il nuovo libro da postare, con l’hashtag #facciamovincerelacultura, sulla pagina Facebook di Caffeina.

Tutto questo un senso ce l’ha, eccome. Sensibilizzare sul tema cultura, il vero petrolio dal quale l’Italia deve ripartire. La massiccia partecipazione di gente da tutta Italia dimostra che in tanti, nel nostro Paese, credono nel potere della cultura come strumento di rinascita.

Il livello dei partecipanti è in crescita continua e sabato sarà un grande giorno. Per vedere quali librerie hanno aderito in tutta Italia e in che modo parteciperanno guardate qui.

La Fondazione Caffeina Cultura, aggregatore culturale e organizzatore di Caffeina Festival, ha a cuore il Paese e vuole che riparta dalla sua ricchezza più grande, la cultura, fondamentale per la crescita individuale e collettiva.

L’iniziativa “Il primo marzo compriamo un libro” segue il successo di un’altra iniziativa virtuale della Fondazione Caffeina, “I libri non si bruciano” che, sempre tramite il tam tam sui social network, ha raggiunto i 60.000 partecipanti.

 Carlotta Caroli
Ufficio stampa Fondazione Caffeina Cultura  

da http://www.hounlibrointesta.it/2014/02/28/il-flash-mob-letterario-il-1-marzo-compriamo-un-libro/

 

vi aspettiamo lettori e non ….

non solo il 1 marzo ma tutto l’anno ….

e aderite in tanti a Molfetta ….

chi ama i libri sceglie la liberia storica e indipendente

        Dal 1981  
 Libreria d’autore
Consigliata da 0 a 99 Anni

Il ghigno – Un mare di storie 
https://ilghignolibreria.wordpress.com/

La cultura rende un popolo facile da guidare, ma difficile da trascinare;
facile da governare, ma impossibile a ridursi in schiavitù.
Henry Brougham, Discorso alla Camera dei Comuni, 1828

Una libreria indipendente….

una libreria indipendente, è un luogo dove le persone si parlano, dove il consiglio del libraio è ancora un bene prezioso, dove la politica di assortimento e di presenza degli editori, anche quelli di nicchia, è garanzia di pluralità e di libera circolazione delle idee, dove la pratica del “consumo culturale” non è degenerata in “cultura di consumo”

Perchè fare acquisti in una libreria indipendente

Perchè fare acquisti in una libreria indipendente

Perchè fare acquisti in una piccola libreria indipendente, in una attività economica indipendente?

Quando acquistate in una piccola libreria indipendente,o in qualsiasi altra piccola realtà del vostro paese, l’intera comunità ne trae beneficio sotto molteplici aspetti:
Ø Economicamente
Ø Parte del denaro speso localmente rientra in circolo nella comunità, grazie alle imposte locali e alle addizionali
Ø Le piccole realtà agiscono in un’ottica più lungimirante di quella dei grandi gruppi,costretti a fornire elevati utili ai propri azionisti, a qualunque costo (con risultati sotto gli occhi di tutti, di questi tempi….)
Ø L’ambiente
Ø Comprare locale significa meno packaging, meno trasporti, meno traffico e inquinamento
Ø Fare acquisti in un centro storico anziché in un centro commerciale vuol dire meno infrastrutture da costruire in aperta campagna, meno costi per il loro mantenimento, più denaro a disposizione per la vostra comunità
Ø La comunità
Ø Il negoziante di una piccola realtà è vostro amico e vicino, sa consigliarvi e darvi attenzione come persona, prima che come cliente. Molte volte conosce voi e i vostri figli da decenni, e viceversa!
Ø Le piccole realtà del vostro paese contribuiscono a sostenere le attività di scuole e organismi di carità, versando in beneficenza molto più delle catene, in proporzione.
Ø I centri storici esistono da secoli, le piazze sono sempre state il fulcro della comunità, il luogo per incontrare persone e dare vita a nuove idee. Se i centri storici si svuotano, il degrado, sociale e culturale, avanza.
Ø Più piccole librerie, più editori indipendenti . Equazione semplice per contribuire a creare una offerta culturale variegata, valore sostenuto anche dalla Comunità Europea
Ø Più piccole realtà significa più scelta, più diversità culturale, la possibilità di dare vita in ogni paese ad una comunità come nessun’altra, non standardizzata e omologata

Il Ghigno Libreria Molfetta: ecco cosa scrive il libraio

Posted by emma on Ott 11, 2009 in Senza Categoria |
Condividiamo il messaggio lanciato da Palombi Editori sulla sua pagina
Crediamo nelle piccole librerie, ognuna diversa dall’altra, perchè gestite da persone, non da classifiche di vendita. Crediamo nel ruolo fondamentale del libraio, mestiere antico, che guida e regala consigli al lettore, affiancandolo nella scelta più adatta a lui. Crediamo in un mestiere che si basa sulla passione, sull’amore, e solo grazie a questo potrà affrontare e sopravvivere alle grandi sfide del presente.
Ma forse non ci crediamo solo noi, a Berlino infatti, le piccole librerie sono sempre di più. –>http://bit.ly/13k8Jxi
Condividi se ci credi anche tu!
 

”Il primo marzo compriamo un libro”, arriva il primo flashmob letterario promosso dagli amici di Caffeina per far vincere la cultura

Aderiamo all’iniziativa  con grande entusiasmo e vi proponiamo….

–  sabato 1° marzo si va in libreria muniti del segno di riconoscimento dei partecipanti al flash mob, ovvero un nastro bianco sui vestiti, e si compra un libro. Ad acquisto fatto, ci si fa una foto con il nuovo libro da postare, con l’hashtag #facciamovincerelacultura, sulla nostra pagina Facebook!

-Il libro come eccitante naturale è il loro slogan, da sempre.
L’idea dell’iniziativa è che se non riparte la cultura non riparte il Paese. Noi abbiamo aderito. Il 1 marzo compreremo un libro e vi invitiamo a comprare un libro. Per poi leggerlo, condividerlo, passarlo. Parlarne. L’obiettivo non è avere più clienti… ma più lettori. Cioè più cittadini consapevoli.

– Fucine Letterarie, sabato alle ore 18.00, presenta“Dell’Eroico Furore”, corso di Scrittura Creativa e Consulenza Filosofica ideato e condotto da Michelangelo Zizzi, presso la Libreria Il Ghigno, sita in via G. Salepico n. 47 a Molfetta (Ba). Lezione aperta a tutti voi!

-la nostra speciale tessera Il Ghigno Card

 Il Ghigno card

Il Ghigno card non scade mai, non costa nulla, e non è al portatore. Questa in estrema sintesi Il Ghigno Card che ha un funzionamento semplice e trasparente.In pratica ogni volta che un cliente acquista uno o più libri, sulla Il Ghigno Card  viene caricato l’importo speso. Poi, al raggiungimento di 150 euro di acquisti, si ha diritto ad un buono sconto di 15,00

Senza scadenze, senza regole scritte in corpo minuscolo e senza clausole strane.

Una facilità di utilizzo e una convenienza che anche i clienti ci riconoscono preferendo la Il Ghigno Card   ad altri prodotti simili della concorrenza e raccontando ad altri le loro riflessioni sulla competitività della nostra Card.

Ma non è ancora tutto: questo particolare “prodotto fedeltà” essendo elettronica non deve sssere conservata o esibita. Potenza dei sistemi informatici, dei rapporti personali con noi librai e della cura particolare per i nostri clienti. Una cosa che nessun microchip potrà mai garantire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...