I consigli di lettura del 2013

 
 
 
 
  La deriva dei continenti di Russell Banks, Einaudi 2013.

Sono molte le derive delineate in questo libro: quella umana rappresentata dalla migrazione degli haitiani negli Stati Uniti, o la deriva del sogno americano in cui il protagonista tenta di avere un miglioramento sociale, ma fallisce inesorabilmente, perché “nulla è gratis nella terra delle libertà”. Il romanzo è ricco di molti altri spunti: il razzismo che si sfalda di fronte al sentimento che nasce tra il protagonista bianco e la sua nuova amante, una ragazza nera. E ancora, un capitolo che ricorda, per certi versi, Il dialogo della natura e di un islandese di Leopardi: al di sotto delle vicende umane, tra le pieghe della crosta terrestre, si muovono i continenti e la macchina della terra rimane del tutto indifferente alle questioni umane. La grande risposta ai temi sollevati sta nella provocatoria chiusura di questo splendido libro: “sabotaggio e sovversione, dunque sono gli obbiettivi di questo libro. Va’, mio libro, e contribuisci a distruggere il mondo così com’è”.

 
 

Wonder di R.J. Palacio, Giunti 2013.

L’unico modo per farvi capire quanto sia bello questo libro potrebbe essere quello di scrivere semplicemente “spettacolare” per circa cinquanta volte. In realtà il libro è stato scritto per un pubblico di adolescenti, ma noi lo consigliamo fortemente dai 16 ai 99 anni! Auggie è un ragazzo che, come tanti altri, ama Star Wars, è divertente e acuto, ha un cane simpaticissimo, una famiglia splendida e una faccia…straordinaria (come leggerete nel retro della copertina). Una rara malformazione lo rende molto diverso dagli altri, il che non agevola il suo primo giorno di scuola in prima media. Una storia profonda e toccante sulla difficoltà di essere se stessi, sul coraggio di farcela e di dimostrare a tutti che, alla fine, ciò che siamo nel profondo emerge veramente e fortemente al di là di tutte le apparenze e le paure. Credeteci: è meraviglioso!

 
 
Invecchiando gli uomini piangono di Jean-Luc Seigl, Feltrinelli 2013.

La miglior colonna sonora per questo libro potrebbe essere una canzone di Leonard Cohen (Dance Me To The End Of Love). Per quella sua voce che si fa musica. Allo stesso modo il protagonista si fa libro e diventa indimenticabile. Il romanzo è ambientato nell’estate del 1961 in un piccolo paese della provincia francese. Albert Chassaing, il protagonista con un passato contadino divenuto operaio Michelin, si sveglia con l’intenzione di porre fine alla sua vita: sente di non aver più nulla da offrire. La sua famiglia non lo segue più, è una cornice stanca che ormai non lo sostiene: la moglie si è allontanata e non è più all’orizzonte, il figlio più grande è a combattere la Guerra d’Algeria. Prima di andarsene, però, vuole che almeno il figlio più piccolo si avvicini all’idea che sogna di sé. Per far questo, lo consegna al mondo immenso della letteratura e! alla consolante lettura dei grandi classici, allo scopo di trovare le risposte a cui la vita lo sottoporrà: una fra tutte, la scomparsa del padre. Un romanzo che rimane nella memoria affettiva come un amico da cui ci siamo allontanati, ma del quale sentiamo la nostalgia.

 
 
 
 

L’ultima favola russa di Francis Spufford, Bollati Boringhieri 2013.

È a tutti gli effetti una favola, l’epoca storica è invece ben definita: è compresa tra la fine degli anni ’30 e i ’60 e tra i personaggi ci sono Leonid Kantorovich, premio Nobel per l’economia realmente esistito, Nikita Kruscev, primo segretario del Partito Comunista Sovietico e Dwight D. Eisenhower, presidente degli Stati Uniti. I personaggi reali e quelli fantastici raccontano cosa fosse la pianificazione dell’economia sovietica, sempre in gara con quella americana per il primato di ricchezza e progresso.

  La casa tonda di Louise Erdrich, Feltrinelli 2013.

Louise Erdrich, scrittrice che ha dedicato la propria attività letteraria alla condizione sociale dei nativi americani ghettizzati nelle riserve degli Stati Uniti, propone un libro sfaccettato: di denuncia sociale, giallo, ma anche romanzo di formazione, che le ha valso il prestigioso National Book Award nel 2012. Siamo in una riserva indiana nel North Dakota, dove le leggende dimenticate della tribù dei Chippewa si mescolano ad un fatto di cronaca nera: una violenza sessuale di cui è vittima Geraldine, una donna che appartiene alla tribù. Accanto a lei ci sono suo figlio Joe, tredicenne protagonista, e suo marito, il giudice Coutts, che amministra la giustizia sul territorio della riserva. Una giustizia che però vale solo per i nativi americani, mentre per i bianchi la legge è quella dello Stato. Questo è il nodo da sciogliere per chiudere il caso.

 
 

A chi vuoi bene di Lisa Gardener, Marcos Y Marcos 2013.

La domanda contenuta nel titolo è il fulcro del nuovo libro dell’autrice americana, “a chi vuoi bene?” : risponde una madre, risponde un compagno, risponde chi indaga. Tante risposte, ma una sola consentirà di risolvere un caso di omicidio e la scomparsa di una bambina di 6 anni. Un’indagine più profonda di quella poliziesca, un romanzo intenso e impossibile da metter da parte, anche quando lo avrete concluso. Parola di libraio!

 
  Amore bugiardo di Gillian Flynn, Rizzoli 2013.

Amy scompare e Nick, suo marito, viene accusato di averla uccisa. La storia viene raccontata dal punto di vista dei due personaggi, che alternano nei capitoli le loro voci. Chi ha ragione? Davvero una bella idea che vi lascerà sul filo del rasoio fino all’ultimo capitolo…non solo perché non vedrete l’ora di sapere cosa sia realmente successo. Il valore del libro è contenuto, infatti, nell’analisi del lato oscuro che ogni relazione nasconde e che, senza volere, potrebbe emergere. Non vi stupirete alla fine del capitolo nel girarvi e chiedervi se anche il vostro compagno riuscirebbe ad arrivare a tanto…

Perdutamente di Flavio Pagano, Giunti 2013.

Vi consigliamo fortissimamente questo libro che riuscirà ad emozionarvi tra una risata e un sogghigno. Il libro racconta la storia (vera!) di una fantastica e divertente famiglia napoletana che riesce, con ironia e creatività, a gestire l’Alzheimer della Nonna, anziana capostipite della famiglia. In una scorrevolissima scrittura si colgono le fatiche e le sofferenze, ma anche il coraggio di reagire con ironia ai problemi più importanti della vita. Non tutti avranno avuto una nonna così spiritosa e amante dei babà, ma siamo sicuri che ritroverete la vostra nella malinconia del passato che, alle volte, con questa malattia si acuisce a tal punto da trasmetterla ai propri figli, desiderosi di riunire i pezzi della vita di un genitore, in procinto della sua perdita. Abbiamo fatto una chiacchierata con l’autore e gli abbiamo chiesto di scrivere qualcosa per i nostri lettori, qualche parola che riuscisse a dare loro l’idea di quanto sia intenso questo romanzo. Ecco le sue parole: «Ieri mia madre mi ha chiesto: “Dov’è Flavio? Devo domandargli una cosa”. Flavio sono io, e sono suo figlio, ma lei non se ne ricorda più. “Non c’è”, le ho risposto, “vuoi dire a me?” “No, devo parlare proprio con Flavio!”, ha replicato lei, un po’ stizzita. Allora sono uscito dalla camera, ho finto di andare a cercare me stesso, e poi sono rientrato: “Eccomi mamma, volevi dirmi qualcosa?”. Mia madre si è illuminata, e sottovoce, con una certa aria sospettosa, ha mormorato: “Senti, ma chi è quel signore che c’era qui prima? Io non lo conosco, però lui mi da del tu!»

La fortuna dei Wise di Stuart Nadler, Bollati Boringhieri 2013.

Intenso romanzo famigliare, si snocciola tra il 1950 e i primi anni ’70: l’America ricca fa da sfondo a un conflitto tra padre e figlio, coprendo la totalità della vita dei protagonisti. Uno degli aspetti più interessanti di questo libro è la critica a cosa può portare il denaro ad una famiglia, come quella dei Wise, che non ha mai avuto niente, a cominciare da un figlio a disagio davanti a tali ricchezze e al consumo compulsivo. La questione razziale, la diversità e la povertà completano il quadro di questa grande “ballata americana”. Stuart Nadler ha pubblicato con Bollati Boringhieri nel 2011 Nel libro della vita, una raccolta di racconti molto intensi e sfaccettati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...