PRIMI BLUES…THE LOST SONGS

PRIMI BLUES…THE LOST SONGS

                           GIOVEDI’ 1  NOVEMBRE

                                        ORE 20,30

E 7 BLUESEDELIC  fanno re-incontrare ALLEN GINSBERG e BOB DYLAN…

In prima ssoluta

“ Pur avendo studiato piano e violino per un anno senza successo durante gli anni trenta e pur avendo cantato in stanze da bagno e su ponti solitari nel decennio successivo …”  cosi’ Allen Ginsberg racconta del suo rapporto con il mondo dei suoni nella raccolta FIRST BLUES , nata per un capriccio della sorte nei primi anni settanta, dall’incontro fra il bardo psichedelico e il menestrello Bob Dylan.

Anni concitati e creativi  , fra guerra del Vietnam , edonismo del capitalismo e nuove sacche di poverta’ , Nixon e  lo scandalo Watergate , la CIA  implicata nella revisione degli affari del pianeta ,  New York  al centro della  nuova ‘ rivoluzione culturale  ‘ e la poesia , veicolo portante nella coscienza  dei  non omologati  .

L’ Allen Ginsberg poeta ed agitatore arriva a New York  e alle sue marce pacifiste caricate dalla polizia  , demolisce le certezze spirituali occidentali aprendo nuove finestre al buddismo zen e all’armonia rivoluzionaria orientale  e  capovolge la composizione poetica , riportandola a immagini nell’ordine dettato dalla psiche , eliminando i nessi grammaticali per un nuovo fluire della parola e del verso .

A New York nel 1971 , mentre  bombardano Saigon e l’aria  e’ pregna di gas lacrimogeni , ad un reading  tenuto nel Greenwich Village   , i poeti Beat improvvisano per oltre un’ora sul tema :  ‘ perche’ scriver poesia su carta quando bisogna tagliar alberi per far libri di poesia ? ‘

Fra il pubblico e’ presente Bob Dylan  che raggiunge Ginsberg   .

E’ affascinato dalla possibilita’   d’utilizzare la lingua poetica grazie all’improvvisazione  tematica come i grandi del jazz  con i suoni.

Da quest’incontro  nasce una collaborazione artistica e umana che sarebbe dovuta sfociare in una registrazione discografica . Assieme il poeta e il menestrello compongono , improvvisano , scrivono testi e spartiti che rimarranno purtroppo solo carta stampata e video di repertorio .

Entreranno in uno studio discografico e ne verra’ fuori solo un brano chiamato ‘ Vomit Express ‘.

Ginsberg registrera’ poi con altri musicisti una parte di quelle odi antimilitariste , libertarie , dissacranti  o di  sconfinata dolcezza sensuale ,  scritte sulla tomba di Jack Kerouac  e nella lingua del blues  perche’   ‘  gli antichi blues rappresentavano un veicolo per pensieri sessuali e politici intensamente funky ‘  .

Conflitti sociali , la ricerca della guerra come motore per l’economia , la degradazione della vita cittadina , la ricerca dell’amore che ai tempi dell’ i PAD , dell ‘ i PHONE,  dell’ IO diventano temi mai cosi’ attuali  come quei blues  ‘dimenticati ‘ in scaffali di  carta da alberi ‘  .

Nasce qui  l’interesse e la voglia del  cantiere artistico E7 BLUESEDELIC , e alla passione per blues e poesia , di dar suono , vita , parola e rileggere quelle canzoni dimenticate .

LOST SONGS  :  primi blues per un cambiamento  e mantra di  pace per  una  rivoluzione !

1971 ,New York protesta contro i bombardamenti in Vietnam, contro la ricerca della guerra per stabilizzare l’economia del pianeta, Nixon viene smascherato nel caso Watergate , la polizia carica ogni manifestazione pacifista…ALLEN GINSBERG e i poeti beat tengono readings basati sull’improvvisazione poetica , versi liberi per una societa’ libera e BOB DYLAN s’unisce al poeta ed insieme compongono FIRST BLUES , struggenti blues sull’amore al tempo dei disastri. Doveva nascerne un disco ma quei testi restano nei cassetti …E 7 bluesedelic recuperano , riarrangiano , danno vita a quelle LOST SONGS : un happening poetico musicale di inediti mai suonati prima ai tempi dell ‘ i PHONE , i POD , delle guerre per la guerre in nome dell’economia , la nostra risposta e’ solo P O E S I A !!!!

 

dove siamo:

https://www.google.it/search?q=MAPPE+GOOGLE&rlz=1C1CHIK_itIT475IT475&oq=MAPPE+GOOGLE&sugexp=chrome,mod=0&sourceid=chrome&ie=UTF-8#hl=it&rlz=1C1CHIK_itIT475IT475&sclient=psy-ab&q=MAPPE+GOOGLE+VIA+SALEPICO+47+MOLFETTA&oq=MAPPE+GOOGLE+VIA+SALEPICO+47+MOLFETTA&gs_l=serp.3…3237.8128.0.10163.25.14.0.0.0.0.1649.5114.6-1j2j1.4.0…0.0…1c.1._GDkRnyW-84&pbx=1&bav=on.2,or.r_gc.r_pw.r_qf.&fp=3c7dfe9879c598ed&bpcl=35466521&biw=1024&bih=643

Annunci

Un pensiero riguardo “PRIMI BLUES…THE LOST SONGS

  1. nell’oasi della contro e vera cultura di Malfatta…..mmmmh scusate Molfetta , buttate a Mare Monti e inebriatevi di poesia e blues al profumo piu’ sublime ed immortale delle pagine dei libri……..spegnete i computer .e venite al Ghigno , ALLEN GINSBERG lo vuole !!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...